Pneumatici invernali e catene da neve, ecco come viaggiare tranquilli, sicuri e in regola

4/6Auto

Pneumatici invernali: come usarli e custodirli

default onloading pic
(Marka)

Le gomme da neve, utili anche sui fondi non innevati a temperature basse poiché offrono migliore aderenza e assicurano spazi di frenata più contenuti rispetto ai pneumatici estivi, devono essere omologate e devono essere montate sulle ruote motrici, quindi per le vetture a trazione integrale su tutte le ruote. È, però, sempre consigliabile optare per un set di pneumatici completo che dà modo di mandare in letargo le gomme estive per qualche mese, proprio come fanno le invernali nella stagione calda, allungando così la vita di ogni treno di gomme e compensando quello che può sembrare un esborso supplementare imposto dal Codice della Strada.

Sebbene non vi siano norme specifiche, è bene montare le coperture invernali su tutte e quattro le ruote anziché solo su quelle motrici perché in questo modo si ottengono condizioni uniformi di aderenza sul fondo stradale. Infatti, avere degli invernali sull'asse di trazione e degli estivi sull'altro pregiudica nel caso di una vettura a trazione anteriore la stabilità sui fondi a bassa aderenza (per sbandare possono bastare anche solo quelli bagnati) mentre in quello di un'auto a trazione posteriore compromette la direzionalità che si vuole imprimere sterzando. Inoltre, il fatto di avere una vettura a trazione integrale non deve ispirare la sensazione di essere inarrestabili, quindi è sempre saggio avere pneumatici adeguati se si abita o ci si deve recare in posti dove è facile incontrare la neve. Una raccomandazione che vale ancora più per chi ha un suv o un crossover, più pesanti di un'auto convenzionale, che sia in curva e nelle fasi di rilascio dell'acceleratore o frenata sia in discesa sono maggiormente soggetti alle sollecitazioni del peso che possono arrivare a innescare, improvvisamente, un comportamento incontrollabile.

Le gomme invernali non richiedono più attenzioni rispetto alle altre, quindi sono soggette allo stesso limite d'usura previsto dal Codice della Strada per le estive: 1,6 mm di spessore del battistrada misurato negli incavi longitudinali principali. Inoltre, vanno gonfiate alla stessa pressione dei pneumatici estivi. Quando non sono utilizzati i pneumatici invernali vanno conservati in locali asciutti, aerati, temperati e al riparo dalla luce. Va ricordato che molti gommisti offrono a pagamento lo stoccaggio del treno di gomme che non si usa, in genere a un prezzo forfettario che include anche le operazioni di montaggio e smontaggio. Queste operazioni devono essere effettuate da un professionista specie nel caso di vetture prodotte dalla fine del 2014, dotate obbligatoriamente del Tpms. Questo dispositivo segnala con una spia nel cruscotto l'eventuale una perdita di pressione e, quindi, un soggetto poco abile potrebbe comprometterne la funzionalità o rompere il sensore di rilevamento della pressione, con conseguenti costi elevati di ripristino.

PER APPROFONDIRE
Speciale pneumatici invernali: guida all’uso

Riproduzione riservata ©

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...