Innovazione

Pni 2021: dalla ricerca all’impresa per un futuro sostenibile

La gara dell’Associazione Italiana Incubatori Universitari dedicata a un pilastro del Pnrr: 60 startup a Tor Vergata il 30 novembre e il 3 dicembre

2' di lettura

Vale oltre 11 miliardi di euro la componente “Dalla ricerca all’impresa” della missione 4 del Pnrr dedicata a Istruzione e Ricerca, che si pone l'obiettivo di «innalzare il potenziale di crescita del sistema economico», rafforzando i sistemi di ricerca e la loro interazione con il mondo delle imprese e delle istituzioni.

E proprio “Dalla ricerca all'impresa per un futuro sostenibile” sarà il tema dell'edizione 2021 di Pni, business plan competition promossa dall'Associazione Italiana degli Incubatori Universitari - PNICube, che l'Ateneo di Tor Vergata organizza quest'anno a Roma il 30 novembre e 3 dicembre in un momento decisivo per il Paese, grazie al sostegno di Regione Lazio, Lazio Innova, Unindustria, con la main partnership del Gruppo Iren e la main sponsorship di Intesa Sanpaolo, Intesa Sanpaolo Innovation Center e Gilead Sciences.

Loading...

«Un'irripetibile opportunità di sviluppo che anche la rete degli incubatori universitari è determinata a cogliere – ha sottolineato il presidente di PNICube Alessandro Grandi nel corso della conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa – D'altronde, sostenere la nascita di imprese ad alto contenuto di innovazione, diffondere la cultura d'impresa in ambito accademico e favorire il rapporto tra ricercatori, aziende e finanza, sono da sempre le finalità del Premio Nazionale per l'Innovazione, e le startup nate dalla ricerca aiutano il Paese a rispondere alle sfide del presente e a costruire il futuro.»

Un percorso generativo a livello locale e nazionale, quello del Pni, che l'Ocse ha riconosciuto come best practice per la sua capacità di mettere in rete i network locali – enti pubblici, investitori, imprese dei territori e le 51 università aderenti al circuito – per la promozione dell'innovazione e dell'imprenditorialità accademica. Dalla prima edizione, svoltasi nel 2003, il PNI ha selezionato e accompagnato al mercato 899 startup, circa 50 l'anno.

Tutto ruota intorno alla sfida a colpi di pitch tra i migliori progetti d'impresa hi-tech italiani nati in ambito universitario, con un montepremi complessivo di circa 1,5 milioni di euro, alla quale accedono gli oltre 60 vincitori delle 15 Start Cup regionali attivate dagli Atenei che aderiscono a PNICube. Ma c'è molto di più.
PNI 2021 si svolgerà in modalità mista in due giornate: martedì 30 novembre, online, e venerdì 3 dicembre, in presenza nell'Ateneo di Tor Vergata e in streaming. Nell'area virtuale Innovation Expo aziende, investitori e “open innovator” nazionali e internazionali potranno accedere agli stand dei migliori progetti d'impresa innovativa, con i quali sarà poi possibile approfondire opportunità di business iscrivendosi alle sessioni di Business Match.

Gli oltre 60 finalisti provenienti da tutta Italia si contenderanno quattro premi settoriali di 25.000 euro ciascuno – Iren Cleantech&Energy, Ict, Industrial e Life Sciences-MedTech – e il titolo di vincitore assoluto del PNI 2021, che garantirà all'istituzione accademica di provenienza la Coppa Campioni PNI.

Novità di quest'anno, l'istituzione di due Premi Speciali promossi dall'Ateneo di Roma “Tor Vergata” per la Migliore startup innovativa sociale, in collaborazione con Intesa Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center, e per la Migliore startup innovativa giovani, in collaborazione con Gruppo Giovani Imprenditori Unindustria.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti