Il quesito del lunedì

Poche chance per rivalersi dei ritardi dovuti al traffico in autostrada

Prima di ricorrere all’autorità giudiziaria, potrebbe essere utile avviare procedura di conciliazione online direttamente con la società controparte, per cercare di risolvere la questione in via stragiudiziale.

di Maurizio Di Rocco

Antitrust, procedimento contro Autostrade per i pedaggi

2' di lettura

Domanda. Dopo l'ultimo viaggio fatto in autostrada vorrei chiedere i danni alla società di gestione per l'enorme ritardo accumulato nel percorrere una tratta. A causa della lunghissima colonna di auto e camion fermi sono arrivato a destinazione con un ritardo
di oltre due ore, perdendo un importante appuntamento di lavoro. Oltre al rimborso del pedaggio, posso chiedere anche il risarcimento del danno subìto?
P.N. - Perugia

Risposta. La questione relativa ai disagi patiti dagli utenti di varie autostrade è tanto nota quanto difficile da affrontare, per lo meno per il singolo automobilista. In effetti, sebbene in linea di principio il mancato rispetto della qualità minima del servizio da parte dell'ente
concessionario dell'autostrada possa fondare il diritto del lettore di ottenere il rimborso del corrispettivo pagato per percorrere la tratta interessata dall'abnorme incolonnamento, così come il risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali eventualmente patiti in conseguenza del ritardo accumulato, va tenuto presente che per parte della
giurisprudenza il pagamento del pedaggio non determina la nascita di un rapporto contrattuale vero e proprio, ma si risolve in una prestazione pecuniaria imposta all'utente per poter fruire di un pubblico servizio. In quest'ottica, del resto, si evidenzia che
il mancato pagamento del pedaggio autostradale configura un illecito amministrativo, come disposto dall'articolo 176, comma 17, del Codice della strada (Dlgs 285/1992). Ciò detto, nulla osta a che il lettore possa ricorrere a un giudice per vedere tutelati i propri diritti, magari evidenziando che già l'Antitrust, proprio di recente, ha emesso multe per non avere ridotto i pedaggi autostradali nonostante code e rallentamenti cronici dovuti alle gravi carenze nella manutenzione delle infrastrutture su alcuni tratti. Semmai, prima di ricorrere
all'autorità giudiziaria, potrebbe essere utile avviare una procedura di conciliazione online direttamente con la società in questione, per cercare di risolvere la questione in via stragiudiziale.

Loading...

Il quesito è tratto dall'inserto L'Esperto risponde in edicola con Il Sole 24 Ore di lunedì 9 agosto, un numero speciale dedicato alle domande e alle risposte sul tema “Liti, multe, famiglia ed eredità”.

Consulta L'Esperto risponde per avere accesso a un archivio con oltre 200mila quesiti, con relativi pareri. Non trovi la risposta al tuo caso? Invia una nuova domanda agli esperti


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti