ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEnergia

Poco gas e zero vento: in Inghilterra l’elettricità schizza a 1 euro al kwh

All’ingrosso per le forniture della sera di giovedì 9 settembre la corrente al mercato Epex raggiunge il record di 867 sterline

di Jacopo Giliberto

Balzano i prezzi dell'energia, il governo studia il taglio delle bollette

2' di lettura

Il metano russo scarseggia e rincara in Europa, i mercati sono in affanno e sul Mare del Nord soffia meno vento: così in Inghilterra giovedì 9 settembre 2021 tra le 19 e le 20, quando il sole smette di alimentare i pannelli fotovoltaici e nelle case si accendono luci e stufette elettriche, la corrente elettrica costa sul mercato Epex il prezzo record di un euro al chilowattora all’ingrosso. Non al dettaglio: all’ingrosso.

La descrizione del quotidiano the Guardian è drammatica.

Loading...
IL RECORD ELETTRICO
Loading...

La corsa dei prezzi europei

Il tema dei prezzi impazziti dell’energia non è solamente italiano e il rincaro autunnale dei costi dell’energia riguarda tutta Europa e in generale tutto il mondo. Il metano sul mercato olandese Ttf, riferimento per tutta Europa, l’8 settembre ha raggiunto il prezzo da primato di 55 euro per mille chilowattora (sì, anche il gas si può misurare in termini di energia sviluppata). I prezzi medi delle borse elettriche europee sono infiammati, il listino elettrico Epex rileva per giovedì 9 settembre quotazioni medie di 131,76 euro per mille chilowattora in Francia, 130,23 euro in Germania, 132 in Austria e così via.

Londra, un euro al chilowattora

Ma in Inghilterra la media per le forniture elettriche di giovedì 9 settembre 2021 è 279,94 sterline, pari a 325 euro, con punte pazzesche di prezzo per la sera: 783 sterline per le 18 (911 euro), 867 per le ore 19 (1.009 euro), 687,55 sterline per mille chilowattora le consegne delle 20 (800 euro). Ripeto per i lettori più distratti: all’ingrosso per le forniture della sera di giovedì 9 settembre la corrente in Inghilterra è quotata 1 euro al chilowattora. Al dettaglio del consumatore finale i prezzi sono ancora più crudeli. Per venerdì 10 settembre le quotazioni sono sempre severissime, con una media giornaliera di 222 sterline, pari a circa 260 euro per mille chilowattora, ma senza la punta del 9 settembre.

Riproduzione riservata ©

  • Jacopo Gilibertogiornalista

    Lingue parlate: italiano, inglese

    Argomenti: ambiente, energia, fonti rinnovabili, ecologia, energia eolica, storia, chimica, trasporti, inquinamento, cambiamenti climatici, imballaggi, riciclo, scienza, medicina, risparmio energetico, industria farmaceutica, alimentazione, sostenibilità, petrolio, venezia, gas

    Premi: premio enea energia e ambiente 1998, premio federchimica 1991 sezione quotidiani, premio assovetro 1993 sezione quotidiani, premio bolsena ambiente 1994, premio federchimica 1995 sezione quotidiani,

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti