GRANDI GARE

Podio tutto italiano al Rally di Roma capitale. Vittoria per Basso-Granai

di Giulia Paganoni


default onloading pic

4' di lettura

Con il fiato sospeso fino alla fine. Così è andata la settima edizione del Rally Roma capitale, valevole sia per il Campionato Italiano Rally che per il Campionato Europeo. Vittoria per Basso che consolida la leadership in campionato seguito da Campedelli e Crugnola.
Un podio tutto tricolore al 7^ Rally Città di Roma capitale con Basso-Granai su Skoda Fabia R5 seguiti da Campedelli-Canton su Ford Fiesta R5 e, a chiudere, Crugnola-Ometto su Skoda Fabia R5, questi ultimi autori di una bellissima rimonta.
Una gara molto difficile e tecnica che su una prova, la PS4 Pico-Greci 2, ha cambiato il corso del rally. Una prova vinta da Basso ma che ha visto due importanti fatti: l'uscita di scena dell'equipaggio di Citroën Italia, Rossetti-Mori con la loro C3 R5 e la foratura di Crugnola che in quel momento era leader della classifica. Ad approfittare della situazione Basso su Skoda Fabia R5 e Campedelli al debutto con la nuova Ford Fiesta R5.
Una gara che ha visto protagonisti i piloti del Campionato Italiano Rally, nonostante fosse valida anche per il Campionato Europeo.
Con 13 prove vinte su 16 è stato Andrea Crugnola in coppia con Pietro Ometti il protagonista di questa gara. Nonostante la perdita di circa 2 minuti per il cambio gomma, Crugnola è stato determinato per andare a conquistare più punti possibili e alla fine, proprio negli ultimi chilometri di gara, è riuscito a conquistare il terzo gradino del podio. Un rally davvero pazzesca, quella del varesino con un ritmo di gara impressionante. Inoltre, Crugnola con il doppio successo alla “Arena ACI Roma” si è aggiudicato il “Memorial Pasquale Amoroso”, in ricordo del mai dimenticato Dirigente ACI Sport.
La vittoria è andata a Giandomenico Basso e Lorenzo Granai su Skoda Fabia R5, l'equipaggio della Metior Sport formato dal driver veneto e dal copilota toscano che sono passati in testa a metà della prima tappa con il successo nella 4^ PS, dal quel momento hanno difeso con bravura ed esperienza la vetta. Seconda posizione per Simone Campedelli e Tania Canton, il romagnolo e la navigatrice svizzera, dopo un avvio un po' faticoso, hanno gratificato con una esaltante rimonta e lo scratch nella PS7, il lavoro del Team Orange One per la Ford Fiesta R5 consegnata dalla M-sport nella versione più aggiornata solo a pochi giorni della gara romana.
Un vero peccato il ritiro di Rossetti-Mori, prima volta su queste strade e sempre più in sintonia con la Citroën C3 R5, dimostrato anche dal terzo posto assoluto che occupavano in quel momento.

Bella battaglia anche tra i piloti stranieri
Sotto al podio i primi equipaggi stranieri con il 4° posto per i russi Alexey Lukyanuk e Alexey Arnautov su Citroen C3 R5, protagonisti di vertice del campionato Europeo, che hanno sofferto il non perfetto feeling con le impegnative prove laziali ed una penalità di 1 minuto a metà 2^ tappa. Top five completata dall'equipaggio ceco Filip Mares e Jan Hlousek su Skoda Fabia, che speravano di ottenere di più dalla prestazione italiana. Sesto posto in rimonta per i giovani britannici Chris Ingram e Ross Whittock su Skoda Fabia primi in classifica dello Junior della serie europea, dopo una gara molto pressante per loro. Settima piazza al traguardo per l'ungherese Norbert Herczig su Volkswagen Polo GTI, molto a suo agio sulle prove laziali, davanti al lettone Martins Sesks su Skoda, 8° nonostante un testacoda sulla PS 12 e con soluzioni ottimali per lui solo nella parte conclusiva. Top ten completata da due equipaggi italiani: il reggiano Antonio Rusce navigato da Marco Vozzo su Skoda Fabia, che ha perso qualcosa per un testacoda sulla PS 9 e con qualche problema di aderenza; si è portato al 10° posto il veronese Umberto Scandola con Guido D'Amore sulla nuova Hyundai i20 di Hyundai Rally Team Italia dopo uno scivolone per una foratura nella prima tappa.

Quattro successo (su quattro) per Ciuffi su Peugeot 208 R2
Per il Campionato Italiano due ruote motrici, quarta vittoria consecutiva (su quattro) per Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella con la Peugeot 208 R2. Questo risultato permette la pilota toscano e alla Casa del Leone di consolidare la leadership nel campionato e puntare con maggiore serenità all'appuntamento friulano in calendario a fine agosto prossimo.

Classifiche a tre gare dalla conclusione
Quando mancano tre appuntamenti al termine della stagione, la classifica piloti è così composta: al comando Basso con 64,50 punti seguito da Campedelli a 51,75 punti, terzo Rossetti a 46,50 e quarto posto per Crugnola a 40,25 punti.
Per quanto riguarda la classifica costruttori, prima Ford a 55,50 punti seguita da Citroën a 49,25 punti.
Mentre nel campionato due ruote motrici, il vetta Ciuffi con 60 punti seguito da Panzani a 36 e Nicelli a 32. E per i costruttori, al comando Ford Italia con 90,5 punti seguita da Peugeot Italia con 71 punti.

Il prossimo appuntamento sarà dal 29 al 31 agosto per il Rally Alpi Orientali.

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...