Ristorazione

Poke, crescita record del fatturato verso quota 140 milioni

Dopo la crescita del 14% sul 2020, secondo Cross Border Growth Capital in Italia nel 2024 il giro d’affari potrebbe superare i 140 milioni

di Manuela Soressi

(fahrwasser - stock.adobe.com)

3' di lettura

La nuova frontiera del fast food? È il cibo healty, non solo appetibile e gustoso ma anche fresco e sano. E, quindi, benefico non più solo per chi lo vende ma anche per chi lo consuma. Basta dare un'occhiata al settore del casual dining in Italia (e nel resto del mondo) per verificare come le catene a maggior crescita (e su cui puntano gli investitori) sono quelle che offrono piatti salutari, freschi, colorati ed equilibrati, a base di frutta, verdura, legumi, cereali e pesce. Meglio se tutti in un piatto e se perfetti da gustare anche freddi, in modo da essere compatibili con i tempi del delivery.

Lo conferma il successo delle bowl, i monopiatti del momento, declinati in tante versioni (anche vegetariane e vegane) a partire dall'onnipresente poké. Secondo un'analisi di Cross Border Growth Capital, in Italia nel 2021 il mercato delle pokerie ha sfiorato i 100 milioni di euro di fatturato (+14% sul 2020) e si prevede possa raggiungere i 143 milioni nel 2024.

Loading...

Con il mercato sono cresciuti anche il valore delle catene specializzate (sono 9 quelle che dominano il mercato italiano) e la caratura delle loro ambizioni di crescita, sostenute sempre più spesso dalle iniezioni finanziarie di importanti investitori. Com'è accaduto a Poke House, insegna dallo sviluppo vertiginoso (quest'anno supererà i 40 milioni di euro di fatturato), diventata la leader in Europa con 65 locali. L'azienda, nata nel 2018, ha ottenuto 20 milioni da Eulero Capital, FG2 e Milano Investment Partner in conto capitale e li ha usati per finanziare l'espansione in Europa, riuscendo così anche ad acquisire Ahi Poke in Gran Bretagna, Poké Perfect in Olanda e l'omonima Poke House in Portogallo.E di recente ha annunciato che è pronta a quotarsi in Borsa nel 2024, quando dovrebbe aver raggiunto i 300 ristoranti in almeno sette paesi europei.

È grazie al finanziamento quinquennale ottenuto da illimity Bank che la società Macha potrà realizzare il piano di sviluppo, inaugurando 50 nuovi store (nei due format Macha Cafè e Machapokè) entro la fine del 2022. L'azienda fondata nel 2016 da Tunde Pecsvari e Antonio Scognamiglio chiude il 2021 con 24 punti vendita, oltre 7 milioni di euro di fatturato e una Ebitda positivo già nel primo semestre, grazie alla spinta della ripartenza post lockdown e alla proposta di prodotti coerenti con i nuovi trend, come il delivery abbinato a piatti salutari e prodotti sostenibili.
Macha, infatti, pone particolare attenzione alla tracciabilità delle materie prime e realizza i suoi packaging con materie ecocompatibili e compostabili.

Sono invece 500mila gli euro raccolti nel primo round di investimento da Bowlpros, azienda focalizzata sulle bowl da colazione e snack, di cui sviluppa tutti gli ingredienti, a marchio proprietario, e di cui fornisce tutti gli ingredienti e gli accessori necessari per gustarle. A credere in questa start-up è stato un gruppo di business angels e imprenditori italiani (tra cui Club degli Investitori, i fondatori di SweetGuest e il fondo Delirus di Riccardo Pozzoli), che hanno dato fiducia al business plan, che prevede una crescita record dei ricavi netti, passando dagli 1,5 milioni di euro di quest'anno ai 3,5 milioni del 2022 per salire a 25 milioni nel 2025.
Per raggiungere questi ambiziosi obiettivi Bowlpros punta sull'espansione dell'ecommerce (con il debutto in Germania e Spagna già l'anno prossimo) e sull'ingresso in Gdo e nel foodservice. Ma le risorse raccolte serviranno anche a finanziare lo sviluppo di nuovi prodotti e lo scale-up della produzione, l'apertura di un laboratorio interno per la R&S e l'assunzione di nuove figure strategiche nel team.

«Siamo convinti che quello delle bowl sia un mercato in forte espansione e con grandi potenzialità – spiega il co-founder di Bowlpros, Davide Petruzzi - grazie alla maggiore attenzione per piatti e ingredienti salutari, bilanciati dal punto di vista nutrizionale e facili da preparare. Un trend in costante crescita e che crediamo diventerà un caposaldo dell'alimentazione mediterranea».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti