AUTO ELETTRICHE

Polestar Precept concept, la berlina sportiva elettrica che sfida Tesla

Il brand di Volvo, gruppo cinese Geely, svela ulteriori dettagli del crossover elettrico

di Mario Cianflone

default onloading pic

Il brand di Volvo, gruppo cinese Geely, svela ulteriori dettagli del crossover elettrico


2' di lettura


Materiali sostenibili, riciclati, interni vegan, design inedito che rappresenta il manifesto stilistico di Polestar, il brand nato in seno a Volvo e dedicato alle elettriche e ibride ad alte prestazioni. Ecco i punti chiavi di concept Precept, una vettura che anticipa il futuro crossover del marchio e che avrebbe dovuto essere in vetrina il mese scorso all'annullato, causa Civid-19 salone di Ginevra. Il suv/crossover, potrebbe perdere la denominazione Plestar 3. E rappresenterà il terzo modello di un marchio che sfida apertamente Tesla e in particolare la Model S. Non sono stai ancora resi noti dati tecnici relativi a powertrain elettrcom batteria e autonomia
Dopo la l'ibrida plug-in Polestar 1 e l'elettrica Polestar 2, appena entrata in produzione, con la Precept il marcio mostra il futuro family style del marchio e sfida apertamente Tesla. Tra gli aspetti più caratteristici troviamo un mix tra spigoli vivi e forme arrotondate, mentre l'assenza dei montanti tra le portiere assicura un comodo accesso a bordo. Gli interni si fanno notare per l'ampio schermo da 15 pollici sulla console centrale, comandabile anche da chi siede sulla seconda fila di sedili grazie all'attivazione vocale o tramite la strumentazione presente nel tunnel posteriore.
Il design evolve i concetti stilistici già visti sugli altri modelli del brand, a partire dai nuovi fari a Led, che richiamano quella del martello di Thor, ormai un classico del linguaggio stilistico di Volvo che si trasferisce anche sul suo brand per le elettrificate ad alte prestazioni. I gruppi ottici sono divisi in due parti con le forme del faro sottolineate da strisce Led che si richiamano al tipico look delle luci diurne.
Tra gli aspetti più caratteristici troviamo un mix tra spigoli vivi e forme arrotondate, mentre l'assenza dei montanti tra le portiere assicura un comodo accesso a bordo. Gli interni si fanno notare per l'ampio schermo da 15 pollici sulla console centrale, comandabile anche da chi siede sulla seconda fila di sedili grazie all'attivazione vocale o tramite la strumentazione presente nel tunnel posteriore. L'elenco delle novità continua con le videocamere laterali al posto dei tradizionali specchietti e per gli interni realizzati con materiali riciclati ottenuti dalla plastica. In casa Volvo invece la novità più attesa è Xc40 Recharge P8, suv a zero emissioni che avvia la strategia del marchio svedese sul fronte Bev (Battery electric vehicle).
Gli interni fanno uso di materiali e tecnologie ecosostenibili e il fiore all'occhiello è il sistema di infotaiment basati, come sui modelli Volvo di ultima generazione, come la Volvo CX40 Recharge, su una variante automobilistica del sistema operativo Android di Goofle

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti