STRATEGIE

Polestar prevede il raddoppio degli showroom e l’espansione in nuovi mercati

Il brand del gruppo Geeely/Volvo cerca nuove aree di business

default onloading pic

Il brand del gruppo Geeely/Volvo cerca nuove aree di business


1' di lettura

Quest'anno Polestar prevede di raddoppiare il numero di showroom nei mercati in cui è già̀ presente e successivamente espandersi in nuovi paesi. Lo ha dichiarato il Ceo Thomas Ingenlath al suo arrivo in Cina per il Salone di Pechino che apre domani. La Casa svedese ha iniziato a produrre (e vendere) la berlina Polestar 2 quest'anno a Luqiao in Cina e ha successivamente aperto le vendite in Europa e Stati Uniti. Ora ha in programma di espandere la rete di vendita e sta guardando a nuovi mercati nelle regioni Asia-Pacifico e Medio Oriente.

«Raddoppieremo la quantità̀ di spazi che abbiamo entro la fine dell'anno. Questo numero continuerà̀ a crescere rapidamente, mentre intendiamo raddoppiare il numero di mercati nei prossimi 18-24 mesi. Dal prossimo anno esamineremo nuovi mercati in Asia-Pacifico e Medio Oriente» ha detto Ingenlath. Polestar gestisce attualmente 23 showroom in tutto il mondo e prevede di averne 45 entro la fine di quest'anno. Attualmente vende auto in nove paesi.

La Polestar 2 che ha una sola variante a doppio motore, ne offrirà̀ anche una a singolo propulsore l'anno prossimo per rendere il modello più̀ conveniente ha dichiarato Ingenlath. Aggiungendo che Polestar sta anche pianificando di lanciare un suv, che sarà̀ realizzato in uno stabilimento in Cina e avrà̀ un'architettura di base diversa rispetto alla Polestar 2. «Polestar punta a vendite annue di oltre 50.000 unità entro i prossimi due o tre anni e rimarrà̀ sicuramente un marchio premium» ha concluso il Ceo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti