IX congresso nazionale

Poletti: consulenti strategici per l’alternanza scuola-lavoro

dal nostro inviato Mauro Pizzin


default onloading pic
(13705)

2' di lettura

La collaborazione dei consulenti del lavoro è centrale per la valorizzazione dell'alternanza scuola lavoro. Lo ha detto stamane il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, nel corso del suo intervento al 9° Congresso nazionale dei consulenti del lavoro, in corso di svolgimento al Teatro Augusteo di Napoli.

«Si tratta di uno strumento nuovo non solo per i giovani, ma anche per le imprese: un grande cambiamento del Paese – ha sottolineato il ministro – per il quale abbiamo bisogno della vostra competenza e del vostro supporto: i buoni risultati, del resto, si possono ottenere solo se tutti si impegnano per realizzarli».

Poletti ha ribadito anche l'impegno del Governo sui tema dei voucher: «Dopo la loro eliminazione – ha detto – agiremo sul piano normativo, tenendo conto della differenza fra imprese e famiglie e vi chiediamo di essere disponibili a un confronto per trovare la migliore soluzione su questo tema».

Nel corso del suo intervento il ministro ha ribadito «i buoni risultati ottenuti sulla regolazione del lavoro anche grazie alle buone relazioni con i consulenti del lavoro. Ma non è finita: dobbiamo completare il jobs act sulle politiche attive e poi c'è la legge sul lavoro autonomo che sta per essere approvata, la quale è indice della volontà di mantenere una relazione positiva tra Pa e professioni».

Poletti ha, infine, ricordato come si sia di fronte a grandi cambiamenti nel mondo produttivo: «Per questa ragione – ha annunciato - abbiamo attivato un forum per una discussione con tutte le organizzazioni, con tutti i rappresentanti e con tutti i cittadini che hanno qualcosa da dire intorno al tema del lavoro che cambia. Il grande rischio – per Poletti – è che l'innovazione, la tecnologia la digitalizzazione, l'automazione, possono esser vissuti da una parte importante della nostra società come una minaccia, come la situazione per la quale il lavoro va a rischio: questa paura può diventare un elemento di freno ad usare al meglio ciò che la tecnologia e l'innovazione ci possono consegnare. Anche questo è un punto su cui abbiamo bisogno di confrontarci con voi».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...