i casi risolti / 1

Politica, critica più libera


1' di lettura

Ho un blog che tratta di temi politici in cui spesso vengono pubblicate critiche pungenti e commenti negativi a sindaci, amministratori locali, consiglieri. Come devo comportarmi e in quali casi devo rimuovere i post?

La critica politica ha limiti più ampi rispetto al diritto di cronaca. Sono ammesse prese di posizioni che però non diventino attacchi personali o invettive dirette. Espressioni che potrebbero essere ritenute offensive se fossero utilizzate in contesti diversi perdono la loro portata offensiva se utilizzate nell'ambito della polemica politica, tenuto conto che chi ricopre incarichi pubblici è esposto a forme di critica, anche dure, a causa dell'interesse che le sue azioni suscitano nei cittadini. Ciò, ovviamente, solo se le espressioni non diventino offese dirette alla persona. La giurisprudenza negli anni ha sdoganato come legittime espressioni come «buffone» o «ridicolo» proferite in ambito politico che invece non sarebbero state consentite in altri contesti (tra le tante, Cassazione penale, sezione V, sentenza 38747 del 9 luglio 2008).

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...