Genova

Politica per passione, startup sfida Rousseau sul web

La piattaforma sarà pronta per il 2021 e affidata alla tecnologia blockchain

di Raoul de Forcade

La piattaforma sarà pronta per il 2021 e affidata alla tecnologia blockchain


2' di lettura

Cercasi fondazione, imprenditore illuminato o media group per supportare startup sociale che abbatte barriere economiche e di know-how per candidarsi alle elezioni. Astenersi (per ora) partiti politici.

Potrebbe essere questa un’ipotetica inserzione di Thomas Cuberli, giovane imprenditore genovese che ha lanciato nel 2018, il Gin Mä (spirito in stile british ma a base di basilico) e che durante il primo lockdown per l’emergenza Covid ha ideato una nuova piattaforma online per entrare in politica. Una startup che non può non rimandare a Rousseau, la piattaforma utilizzata dal M5s per dare la scalata a palazzo Chigi, ma che intende invece reinventare e innovare il modo di approcciare (dal basso) l’agone della politica. «Cercando anche di migliorare – afferma Cuberli – i difetti evidenziati proprio dall’esperienza della Rousseau. Noi (cioè lui e un pool di programmatori, tecnici e grafici, ndr) infatti ci affidiamo alla tecnologia blockchain, che garantisce un voto al 100% sicuro, anonimo e non modificabile». Uno dei punti deboli, questo, della piattaforma dei Cinquestelle, proprio per la mancanza di garanzie certificate .

Loading...

«Durante il lockdown – dice Cuberli – mi sono chiesto se in Italia la politica sia realmente accessibile a tutti. La risposta ovviamente è no. Ci sono almeno due grandi ostacoli: la barriera di conoscenza sulle regolamentazioni di accesso al mondo politico e la barriera economica per sostenere una campagna elettorale. A questo punto ho ideato Facciamo politica, cioè una piattaforma online dove tutte le persone motivate a entrare in politica possono trovare le informazioni fondamentali per candidarsi, lo spazio per esporre le proprie idee, il supporto della community attraverso votazioni online e infine il sostegno nell’organizzazione della pre-campagna elettorale reale. Fino al momento in cui il candidato o la candidata avrà deciso di correre per un partito, un movimento o una lista civica».

Per abbattere, dunque, le barriere Facciamo politica si appoggia su un portale online dove chiunque sia interessato a candidarsi a elezioni politiche o amministrative potrà trovare un tutorial che spiega limpidamente come ci si può candidare per una determinata posizione e quali procedure seguire. Sullo stesso portale verrà pubblicata anche una cartina aggiornata per monitorare in tempo reale tutti gli appuntamenti elettorali locali, nazionali ed europei. Le persone più motivate a candidarsi avranno a disposizione uno spazio (gratuito) ove presentarsi con le proprie idee. A questo punto, gli utenti della community voteranno i loro candidati preferiti, e il vincitore verrà premiato da Facciamo politica con aiuto (ad esempio sponsorizzazioni su social e canali online) e supporto nella creazione della propria pre-campagna elettorale reale. La startup, assicura Cuberli, è senza scopo di lucro e assolutamente sganciata da partiti o movimenti politici.«Stiamo lavorando alla piattaforma e all’inizio del 2021 – dice Cuberli - sarà tutto pronto. Ma perché poi il sistema funzioni ci vogliono almeno 5 milioni di utenti».

Un problema che, spiega, vorrebbe superare dando visibilità a Facciamo politica attraverso il supporto, ancora da trovare, «di imprenditori-partner illuminati o fondazioni. O magari attraverso un gruppo del settore media che voglia partecipare a questo progetto. Vorremmo restare lontani, invece, da partiti o movimenti politici».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti