Fondi Ue

Politiche europee per le regioni: a Bruxelles una settimana da record


default onloading pic

2' di lettura

La settimana dal 7 al 10 ottobre 2019 Bruxelles ha ospitato la diciassettesima edizione della Settimana Europea delle Città e delle Regioni, quattro giorni di confronti, dibattiti e presentazioni di tanti progetti regionali finanziati dalla Commissione Europea, DG Politiche regionali.
La politica di coesione: l'impiego di fondi strutturali (FESR) e sociali (FSE) per il superamento delle disparità regionali all'interno degli stati membri che impediscono la crescita economica nazionale.
Lo Square Building, tra la Grand Place e Mont des Arts, ha ospitato più di 300 sessioni tra conferenze e laboratori. Oltre 9000 i partecipanti, di cui 200 giornalisti e 600 politici locali, più 2000 relatori che hanno contribuito allo scambio di idee ed esperienza per il continuo miglioramento dell'impiego dei fondi europei sul territorio.
Durante la settimana, in occasione dei “RegioStars Awards”, sono stati riconosciuti i progetti europei che nel corso del 2018 si sono distinti per il loro impatto sul territorio. Quest'anno le categorie premiate sono state: la trasformazione digitale, la lotta alla povertà, la sostenibilità ambientale e la modernizzazione delle strutture sanitarie. Pluripremiate Inghilterra, Francia e Olanda.

Politiche europee per le regioni: a Bruxelles una settimana da record

Il Direttore Generale della DG Politiche regionali, Marc Lemaître, ha presentato l'Indice di Competitività Regionale 2019 e l'Eurobarometro. Le regioni italiane perdono terreno rispetto al resto dell'Unione. Germania e Svezia guidano la crescita in termini di innovazione, infrastrutture e investimenti sul capitale umano. Gli italiani si classificano anche ultimi tra i cittadini europei nella graduatoria stilata dall'Eurobarometro: solo il 51% ha una percezione positiva dei progetti finanziati dall'UE.
Forte è stato dunque l'invito della Commissione europea ad un maggior impegno nell'impiego dei fondi europei nelle regioni italiane, insieme allo sforzo per una più estesa politica di comunicazione.
Nel quadro della manifestazione è anche stato assegnato per
la prima volta il premio per aspiranti giornalisti dedicato alla memoria di Antonio Megalizzi e Bartosz Orent-Niedzielski, i due giovani rimasti vittime dell'attentato di Strasburgo del dicembre 2018. A vincerlo sono state la ceca Karolina Simkova e la croata Tea Mihanovic, selezionate fra i partecipanti al programma 'Youth4Regions' per aspiranti reporter.
Leggi anche: Bruxelles chiede all'Italia più investimenti pubblici al Sud

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...