i dati dell’attività 2019

Polizia di Stato, nel 2019 segnalate 200mila truffe online e 3700 indagati

Il compendio del bilancio dell'anno scorso dell'azione operativa degli agenti, pubblicato da Polizia Moderna, vede i numeri impressionanti di truffe e illeciti on line contrastati dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni

di Marco Ludovico

#essercisempre: la Festa della Polizia nel segno della vicinanza ai cittadini

Il compendio del bilancio dell'anno scorso dell'azione operativa degli agenti, pubblicato da Polizia Moderna, vede i numeri impressionanti di truffe e illeciti on line contrastati dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni


4' di lettura

Si celebra in forma simbolica e ristretta il 168° anniversario della fondazione della Polizia. I dati dell’attività 2019: oltre cinque milioni di chiamate al 113, più di 800mila interventi, quattro milioni di persone controllate. Il messaggio del capo della Polizia Franco Gabrielli: «Siamo compagni dei cittadini contro la paura».

On line i reati più in aumento
Il compendio del bilancio dell’anno scorso dell’azione operativa degli agenti, pubblicato da Polizia Moderna, vede i numeri impressionanti di truffe e illeciti on line contrastati dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni. Una «continua crescita» dimostrata da « oltre 196mila segnalazioni che hanno consentito di indagare 3.730 persone».
Inoltre « il Centro Nazionale per il Contrasto della Pedopornografia on line (Cncpo) ha coordinato 514 attività d’indagine» con «37 arresti e 626 denunce. Sono stati analizzati 47.267 siti internet con l’inserimento di 2.295 spazi web illeciti nella black list per inibirne l'accesso dal territorio italiano».

Le truffe finanziarie sul web
Sul financial cybercrime si registrano 6.854 casi nazionali. «Nonostante la difficoltà operativa di bloccare e recuperare le somme frodate soprattutto verso Paesi extraeuropei (Cina, Taiwan, Hong Kong)» la Polizia Postale ha potuto bloccare e recuperare alla fonte circa 18 milioni di euro «su una movimentazione di 21.333.990 euro».
Inoltre «a seguito dell’adesione a campagne internazionali ad alto impatto come “EMMA 5” (European Money Mule Action), coordinata dal Servizio Polizia Postale con la collaborazione di 24 paesi europei e di Europol» sono scattate attività opertaive per 374 transazioni fraudolente «per un totale di circa 10 milioni di euro».

Questure, sequestri e confische per 200 milioni
Coordinate dallo Sca, il servizio centrale anticrimine presso la Dac (direzione centrale anticrimine, le questure hanno fatto un’ingente mole di sequestri e confische come misure di prevenzione contro la criminalità organizzata. «Cosa nostra palermitana, nissena e catanese, anche nelle loro proiezioni extraregionali, per un valore di circa 30 milioni di euro; la ’Ndrangheta, anche nelle sue proiezioni extraregionali, per un valore di oltre 180 milioni di euro; la Camorra, per un valore di circa 13 milioni di euro; la “società foggiana”, per un valore di circa 3,5 milioni di euro; clan di origine rom dell’area laziale, per un valore di circa 3 milioni di euro».

Migranti: flussi irregolari in calo
I dati della Polizia delle Frontiere raccontano come nel 2019 « sono state arrestate 100 persone, tra scafisti, organizzatori e basisti, e sequestrati 253 natanti (nel 2018 erano stati 173 gli arresti e 315 i sequestri). I provvedimenti adottati dagli Uffici Immigrazione delle Questure hanno allontanato complessivamente 19.730 cittadini stranieri e comunitari dal territorio nazionale». Di questi «sono 7.350 gli stranieri espulsi (o respinti dai Questori) e i cittadini comunitari allontanati con esecuzione forzata» di cui 19 stranieri espulsi per motivi di sicurezza dello Stato o poiché contigui a organizzazioni terroristiche». Inoltre «dei 7.350 rimpatriati, si è reso necessario scortarne fino ai rispettivi Paesi di destinazione 3.449 (circa il 49,5%), mediante l’impiego di personale specializzato della Polizia di Stato (1.585 con voli di linea o navi e 1.864 con voli charter)».

L’azione della Dia
La Direzione investigativa antimafia ha «avanzato 86 proposte di misure di prevenzione personali e patrimoniali, ha sequestrato beni per oltre 315 milioni di euro ed effettuato confische per più di 265 milioni di euro.
In materia di appalti di opere pubbliche» si legge su Polizia Moderna « sono state monitorate 1.956 società e 32.638 persone, nonché eseguiti 97 accessi ai cantieri. In relazione alle investigazioni giudiziarie sono state concluse 111 operazioni e arrestate 77 persone, di cui due latitanti». In sede di «attività coordinate dalle Procure della Repubblica, risultano essere stati sequestrati beni per oltre 70 milioni di euro e confiscate attività per più di 100 milioni di euro».

Contrasto al terrorismo
«Nel corso del 2019 la Polizia di Statoha arrestato dieci persone contigue agli ambienti del terrorismo/estremismo di matrice religiosa. Sono stati allontanati dal territorio nazionale 98 soggetti ritenuti pericolosi per la sicurezza nazionale: 17 in esecuzione di provvedimenti emessi dal Ministro dell’Interno per motivi di sicurezza dello Stato; 54 di decreti emessi dal Prefetto; 23 di misure disposti dall’autorità giudiziaria; due di procedura di riammissione “Dublino”; due di respingimento alla frontiera in quanto valutati come inammissibili nei Paesi Schengen». I controlli antiterrorismo hanno riguardato oltre 531mila persone.

Gabrielli: «Vicini ai cittadini contro la paura».
Nel messaggio di saluto il prefetto Gabrielli sottolinea come il 168° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato «avremmo voluto festeggiarlo nelle piazze delle nostre città, tra i nostri concittadini che sono, come dico spesso, la ragione stessa della nostra presenza». Ma con l’emergenza COVID-19 bisogna garantire «la salvaguardia della salute delle nostre comunità e di noi stessi» e le celebrazioni saranno in forma simbolica. Per questo, sottolinea il prefetto Gabrielli, «oggi più che mai dobbiamo essere un punto di riferimento per lenostre comunità. Rigorosi nel far rispettare le leggi, dobbiamo oggi però essere primariamenteinterpreti del disagio e dello smarrimento che stanno attraversando i nostri cittadini, per essere al loro fianco».

Per approfondire:
Governo verso prolungamento lockdown fino a 3 maggio
Coronavirus, l'Italia chiude i porti agli sbarchi

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti