ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di più2021-2027

Polonia: fondi europei bloccati fino a nuove garanzie sullo stato di diritto

I programmi operativi riceveranno il prefinanziamento dello 0,5% e potranno avviare bandi e progetti, potranno inviare le richieste di rimborso a Bruxelles ma la Commissione le terrà in sospeso fino a quando il Paese non adeguerà la propria legislazione ai valori e ai principi fondamentali dell’Unione

di Fiorella Lavorgna

2' di lettura

La Polonia non riceverà i fondi della politica di coesione europea fino a quando il rispetto dello stato di diritto, messo in discussione dalle minacce all'indipendenza della magistratura, non sarà garantito. Lo ha confermato Marc Lemaître, direttore generale per la politica regionale e urbana della Commissione Europea in un incontro in occasione della Regioweek, l'evento annuale dedicato alla politica di coesione.
«La Polonia è il primo beneficiario dei fondi europei. L'Accordo di partenariato per il 2021-2027 vale circa 75 miliardi di euro ed è stato tra i primi ad essere approvato dalla Commissione lo scorso giugno. Tre programmi nazionali, di cui più di venti miliardi destinati al finanziamento delle grandi infrastrutture e alla transizione verde, sono già stati adottati dalla Commissione. I bandi per l'esecuzione dei programmi possono già partire. Ma fino a quando la condizione del rispetto dello stato di diritto – abilitante per accedere ad ogni finanziamento della politica di coesione, a prescindere dall'obiettivo perseguito - non sarà verificata, la Polonia non potrà ricevere pagamenti da Bruxelles» ha affermato Lemaître - «Questo - ha aggiunto - non vuol dire che i pagamenti non arriveranno in futuro. Ma che resteranno sospesi finché la condizione del rispetto dello stato di diritto non verrà verificata». In pratica, i programmi polacchi riceveranno il prefinanziamento dello 0,5% e potranno avviare bandi e progetti, potranno inviare le richieste di rimborso a Bruxelles ma la Commissione le terrà in sospeso fino a quando il Paese non adeguerà la propria legislazione ai valori e ai principi fondamentali dell’Unione, previsti dall’articolo 2 del Trattato Ue.

Fondi Ue: pagamenti sospesi per la Polonia finché non rispetta lo stato di diritto

Bloccati anche i fondi Pnrr

Anche i 36 miliardi di Next Generation EU destinati alla Polonia sono attualmente bloccati. E se la ministra delle finanze Magdalena Rzeczkowska ha dichiarato al Financial Times che Varsavia era molto vicina ad ottenere la prima tranche di finanziamenti del Recovery Fund, Bruxelles ha fatto sapere che senza riforme adeguate «nessun pagamento sarà possibile».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti