ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùInnovazione

Pompei, Gazzè e il 5G

Musica, arte e storia ben valorizzate dalle nuove tecnologie in uno spettacolo evento in ricordo dei Pink Floyd nel Parco Archeologico

di Vera Viola

3' di lettura

Musica, storia e tecnologia: trinomio dalla efficacia dirompente che ha fatto il successo dell'evento di venerdì 21 ottobre nel Parco archeologico di Pompei. Il concerto evento di Max Gazzè, tributo ai Pink Floyd a 50 anni dal film-concerto girato a Pompei nel 1971, è stato arricchito dallo splendore dell'area archeologica ormai rilanciata e dalla tecnologia 5G ad onde millimetriche di Tim. Protagonista indiscussa: la musica di Max Gazzè, che con un gruppo di eccezionali musicisti e voci ha accettato la difficile sfida.

Tecnologia 5g per immergersi nello spettacolo

Da parte sua TIM, in collaborazione con Qualcomm, ha messo a disposizione del pubblico avanzate tecniche di Extended Reality e soluzioni digitali innovative. Il risultato di questo mix tra musica, luci e immagini speciali nell'Anfiteatro, ha creato una atmosfera fantastica. La tecnologia adottata è una prima assoluta in Italia e in Europa, più diffusa negli Usa. «Siamo orgogliosi di questo evento, perché rappresenta un nuovo e importante traguardo nella valorizzazione del patrimonio artistico del nostro Paese attraverso l'utilizzo di nuove tecnologie – ha detto Claudio Pellegrini, responsabile sales local government, health & education di Tim – Si tratta di un primato in Europa, è la prima volta che in un concerto aperto al pubblico vengono utilizzate le onde millimetriche del 5G per consentire allo spettatore di vivere un’esperienza immersiva». Sullo sfondo della scena si susseguono spazi virtuali in realtà aumentata, basati su simboli e architetture di Pompei, che diventavano parte attiva della scenografia facendo da cornice al palco, racchiuso nel cerchio luminoso, simbolo dei Pink Floyd.

Loading...

L’organizzazione

L'evento, di cui Magister Art ha curato la produzione artistica ed esecutiva, OTR Live quella artistica del concerto e GSNet la direzione tecnica e creativa multimediale dell'esperienza live, e del quale TIM è Sponsor Unico e partner tecnologico, si inserisce all'interno di “Pompeii Echoes”. Un format ideato e prodotto da Magister Art, da una idea di Ernesto Assante e Alberto Bruni e nato per celebrare i 50 anni del film-concerto ‘Pink Floyd: Live at Pompeii' diretto da Adrian Maben. Con questa iniziativa il Parco Archeologico di Pompei, diretto da Gabriel Zuchtriegel, e TIM - in virtù di un accordo di partenariato pubblico privato – hanno voluto proporre forme innovative di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso nuovi modelli di fruizione basati su applicazioni immersive. Il rapporto tra Parco archeologico e Tim non è nuovo, ma risale ad anni addietro quando il Parco è stato digitalizzato nell'ambito del Grande Progetto finanziato dalla Ue. Anche per Tim, Pompei è parte di una serie di eventi: il primo a giugno 2022 nel Teatro Antico di Taormina.

Quattordici brani

Il concerto-evento è la ricostruzione di un viaggio onirico sulle note dei 14 brani reinterpretati dai musicisti: Daniele Fiaschi, Duilio Galioto, Cristiano Micalizzi, Max Dedo, Federico Ciancabilla, Greta Zuccoli e Ilaria Graziano. Sul palco a sorpresa anche Manuel Agnelli a dare voce ai brani più celebri.

Immersi con un device

Grazie alla tecnologia Tim, gli spettatori presenti, dotati di device 5GmmWave, hanno potuto visualizzare contenuti digitali 3D in realtà aumentata semplicemente inquadrando il palco con uno smartphone idoneo. Il 5G a onde millimetriche, grazie alla bassa latenza e ad un'elevata capacità di banda, consente di realizzare esperienze immersive uniche anche durante eventi con alta concentrazione di partecipanti. L’evento era fruibile anche in live streaming gratuito su ITsART, la piattaforma streaming dedicata all’arte e alla cultura italiana promossa dal ministero della Cultura, disponibile su Smart TV, PC, smartphone e tablet.

Tecnologia e sostenibilità

«Questo evento è un simbolo. Vogliamo rappresentare come il digitale possa essere generatore di sviluppo in un’ottica di sostenibilità e possa portare la bellezza a tutti, anche in maniera più mediata e in modo molto moderno», ha detto Maria Enrica Danese, direttore institutional communication, sustainability & sponsorhip di Tim.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti