via alla ricostruzione

Ponte Genova, gettata la base del primo pilone. Toninelli: 1 mld per la città

Ad assistere alle operazioni di completamento del plinto della prima fondazione c'erano anche il governatore della Liguria Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci, che hanno anche firmato la targa che verrà posta a ricordo del cantiere

di V.N.


default onloading pic

2' di lettura

«Questo è il simbolo della ripartenza. Ci lasciamo alle spalle l'incuria con cui è stata gestita l'infrastruttura di Stato». Con queste parole il ministro pentasetllato per le Infrastrutture Danilo Toninelli ha accompagnato l'avvio nel pomeriggio, a Genova, della prima gettata di cemento che nel giro di alcune ore colmerà il primo plinto di fondazione del nuovo ponte autostradale sul torrente Polcevera. Di fatto, il primo passo per la ricostruzione del viadotto Morandi, crollato il 14 agosto del 2018 facendo 43 vittime. Nelle prossime ore, al porto è atteso anche l'arrivo della chiatta che da Castellammare di Stabia, dopo 5 giorni di navigazione, trasporta gli elementi d'acciaio che verranno trasformati nell'impalcato del nuovo ponte nello stabilimento Fincantieri di Genova Sestri Ponente.

«Questo governo non farà sconti a chi non saprà gestire la cosa pubblica», ha ammonito il ministro dopo aver ricordato «le famiglie che ancora soffrono. Oggi facciamo vedere cosa gli italiani sono capaci di fare». Per Toninelli l'impegno finanziario per Genova assicurato dal Governo è di circa un miliardo di euro, e il ponte sul torrente Polcevera «lo sta pagando chi l'ha fatto crollare», mentre «la portualità di Genova e il sistema economico sociale oggi stanno in piedi e non sono crollati insieme con il ponte perché abbiamo reagito immediatamente stando dalla parte dei genovesi. I 7 milioni dati alle famiglie della zona arancione sono arrivati perché li abbiamo ascoltati». «Stiamo rispettando i tempi nonostante le difficoltà, nonostante i ricorsi», ha poi concluso, confermando il suo monitoraggio costante sui lavori « finché ad aprile 2020 ci sarà finalmente l'inaugurazione del nuovo ponte».

Ad assistere alle operazioni di completamento del plinto della prima fondazione, oltre a Toninelli, c'erano il governatore della Liguria Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci, che hanno anche firmato la targa che verrà posta a ricordo del cantiere. «Il prossimo aprile vorremo vedere le auto sul ponte», si è sbilanciato Toti nel corso della cerimonia, felice di aver assistito alla prima gettata di cemento del nuovo pilone, perchè «fa si che la morte di 43 persone non sia stata vana. Avevamo promesso che Genova sarebbe tornata normale, vivibile e con un un nuovo ponte in un tempo ragionevole e l'abbiamo mantenuta». Il sindaco ha invece parlato di «segnale preciso che stiamo costruendo il nuovo ponte» , una conferma del fatto che «ci stiamo sporcando le mani». «Questa e una settimana complessa che lascia il segno», ha aggiunto poi Bucci riferendosi anche all'esplosione dei monconi est in programma venerdì 28 giugno: «Vogliamo continuare a fare di Genova una grande città».

GUARDA IL VIDEO: Genova, le prime immagini del crollo del viadotto Morandi sulla A10

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...