Le scuse del portavoce di conte

Ponte di Genova, nuova bufera su Casalino: «Mi salta il Ferragosto»


Giorgetti: Casalino non ha il potere di cacciare nessuno

4' di lettura

Un messaggio vocale su Whatsapp imbarazza il portavoce e capo ufficio stampa di Palazzo Chigi Rocco Casalino. Secondo quanto riportato da Il Giornale, il 17 agosto, tre giorni dopo il tragico crollo del ponte Morandi a Genova, che il 14 agosto ha causato 43 morti, Casalino avrebbe inviato un messaggio Whatsapp. Rispondendo ad alcuni giornalisti, che chiedevano informazioni sulle decisioni del governo per gestire il disastro: «Basta non mi stressate la vita. Io pure c'ho diritto a farmi magari due giorni», visto che «già mi è saltato Ferragosto, Santo Stefano, San Rocco e Santo Cristo. Mi chiamate come i pazzi, cioè datevi una calmata», sarebbe lo sfogo del portavoce. Ai giornalisti Casalino fornisce indicazioni sul comportamento da tenere: «Chiamate una volta, poi se mai mi mandate un messaggio e se ho qualcosa da dirvi ve la dico».

ASCOLTA L’AUDIO - Ponte di Genova, l’audio choc di Casalino: "Mi salta il Ferragosto"

Casalino: «Chiedo scusa, mai voluto offendere Genova»
«Sento di dover chiedere scusa - si legge in una nota di Rocco Casalino diffusa da palazzo Chigi - per l’effetto prodotto da un mio audio privato finito sui giornali. Nelle mie parole non c'è mai stata la volontà di offendere le vittime di Genova. Offende, invece, l'uso strumentale che alcuni giornali stanno facendo di questa tragedia».

Nuovo nome in lista indagati, è dirigente Mit
Le scuse ufficiali del portavoce del premier per l’ennesimo audio imbarazzante arriva nel giorno in cui la Procura di Genova aggiunge un nuovo nome nella lista degli indagati nell'ambito dell'inchiesta sul crollo del viadotto Morandi. Si tratta di Bruno Santoro, dirigente del ministero delle Infrastrutture. La nuova iscrizione nel registro degli indagati è stata decisa dopo l'interrogatorio di Santoro, funzionario della Divisione 1 del Mit, svoltosi sabato 29 settembre. Sale così a 21 il numero delle persone indagate, tra ministero delle Infrastrutture, Autostrade, Spea e Provveditorato, oltre a due società, Aspi e Spea.

Salvini: non fatemi parlare di Casalino
«Non fatemi parlare di Casalino. Sono qui per risolvere i problemi non per parlare di nuovi», ha detto il vicepremier Matteo Salvini dopo aver incontrato gli sfollati di ponte Morandi a proposito della polemica sulle frasi del portavoce del premier per aver saltato le ferie per il crollo del viadotto.

Toninelli: di audio rubati me ne frego
Il ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli non commenta l’audio di Casalino. «Delle parole degli altri - ha affermato - ma soprattutto degli audio rubati, sinceramente me ne frego altamente»

Fnsi-Odg: ecco perché il M5S vuole abolire l’Ordine dei giornalisti
«Il nuovo audio di Rocco Casalino, questa volta sul crollo del ponte di Genova che gli avrebbe rovinato il Ferragosto, rende chiara e lampante, nel caso vi fosse ancora qualche dubbio, la ragione per la quale i 5 Stelle lavorano all'abolizione dell'Ordine dei giornalisti e provano a mettere ai margini giornali e giornalisti, additandoli come nemici del popolo. Il loro problema è cancellare quelle notizie che, come le vergognose performance di Casalino, possano danneggiare la loro immagine e una narrazione dell'Italia tutta lustrini e paillettes, lontana anni luce dalla realtà di ogni giorno», affermano in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe
Giulietti, segretario generale e presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana, e Carlo Verna, presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti.

L’attacco ai funzionari del Mef
Casalino nei giorni scorsi era stato protagonista di un attacco contro i funzionari del ministero dell'Economia. Il portavoce minacciava un'epurazione, condita di pesanti insulti, per i tecnici colpevoli di fare ostruzionismo al reperimento dei fondi per la manovra economica. Sulla vicenda l’ordine dei giornalisti della Lombardia ha trasmesso gli atti al Consiglio territoriale di disciplina.

L’audio di Casalino che minaccia epurazione dei tecnici del Mef

GUARDA IL VIDEO - Giorgetti: Casalino non ha il potere di cacciare nessuno

Renzi: «Vergogna»
Raffica di tweet contro il portavoce di Palazzo Chigi Rocco Casalino, da parte dei senatori del Pd (#Casalinovergogna #Roccovergogna). «Crolla il ponte di Genova e il portavoce del governo pensa al ponte di Ferragosto? Ma dove siamo finiti con questo Casalino? Gli è saltato Ferragosto, poverino #RoccoVergogna». È il commento diffuso con un tweet di Matteo Renzi con cui attacca il portavoce di Palazzo Chigi Rocco Casalino, per il nuovo messaggio vocale diffuso dai media e inviato ad alcuni giornalisti dopo il crollo del viadotto Morandi a Genova.

ASCOLTA L’AUDIO - L'audio di Casalino che minaccia epurazione dei tecnici del Mef

«Il crollo del Ponte Morandi, un Paese intero che piange, ma il Portavoce del Premier Conte pensa al Ferragosto saltato. Una vera e propria mancanza di rispetto verso il dolore di Genova. #RoccoVergogna», ha scritto su Twitter il senatore Pd, Ernesto Magorno. Per il deputato del Pd Roberto Morassut, Casalino va cacciato; « Una persona simile non può rappresentare il governo né essere la sua 'voce'. Se non lo facesse si renderebbe complice di comportamenti incivili e ci si dovrebbe domandare perché non lo fa».

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti