PRIMA DEL “MORANDI”

Ponti crollati: le peggiori tragedie mondiali degli ultimi 10 anni

di Enrico Marro


default onloading pic
Il crollo del ponte di Harbin Yangmingtan (Xinhua) (lmm) - Afp

3' di lettura

15 marzo 2018: crolla un ponte pedonale a Miami, sei vittime
Lungo cinquanta metri e largo dieci, era stato progettato per durare cent'anni e resistere a uragani forza cinque. Ma a pochi giorni dalla costruzione le 950 tonnellate di cemento del ponte pedonale che collegava il campus della Florida International University con la città si sono schiantate su un'autostrada a otto corsie, uccidendo sei persone. La struttura, appena terminata, era costata 14,2 milioni di dollari.

(Joe Raedle/Getty Images/AFP)
L’Italia che crolla: dal ponte Morandi al viadotto della Palermo-Agrigento durato 10 giorni

3 agosto 2016: collassa un ponte in India, 28 morti
Era invece stato costruito quasi un secolo fa il ponte sull'autostrada Mumbai-Goha, in India, che si è schiantato all'improvviso nella notte del 3 agosto di due anni fa facendo precipitare decine di veicoli tra le rapide del fiume Savitri. È stata proprio la forza della piena del fiume a dare il colpo di grazia alla struttura, antiquata e probabilmente non sottoposta a seria manutenzione. Il ponte autostradale si trovava vicino alla città di Mahad, nello Stato occidentale indiano del Maharashtra.

Imtiyaz Shaikh / Anadolu Agency / Afp

31 marzo 2016: sempre in India cede un cavalcavia in costruzione, 27 vittime
All'ora di pranzo del 31 marzo 2016, a Calcutta, un tratto di 150 metri di un cavalcavia in costruzione da ben sette anni è crollato come un meteorite sulle strade della megalopoli affollatissime di veicoli e pedoni, intrappolando un centinaio di persone sotto tonnellate di cemento. Alla fine il bilancio è stato di 27 morti. Un'indagine interna ha poi rivelato le cause della tragedia: materiali edilizi di scarsa qualità e mancanza di verifiche sia sulle soluzioni progettuali adottate che sulla stessa realizzazione della struttura.

REUTERS/Rupak De Chowdhuri

24 agosto 2012: crolla uno dei ponti più lunghi della Cina (nuovo), tre i morti
Era stato aperto al traffico appena nove mesi prima. Il colossale ponte di Harbin Yangmingtan, lungo oltre 15 chilometri e costato circa 268 milioni di dollari, era considerato un capolavoro ingegneristico cinese. Fino a quando una delle rampe d'accesso alla struttura ha improvvisamente ceduto uccidendo tre persone e ferendone cinque. Secondo le autorità cinesi la colpa è di quattro camion con carichi pesanti non autorizzati che hanno imboccato contemporaneamente la rampa, provocandone il crollo. Ma un'inchiesta del New York Times ha sollevato dubbi anche sulla qualità costruttiva della struttura e sui materiali utilizzati.

(Xinhua) (lmm) - Afp

26 novembre 2011: in Indonesia si schianta ponte sospeso nel Borneo, 20 vittime
Lungo oltre 700 metri, con una sezione sospesa di 270 metri, il Kutai Kartanegara era stato soprannominato il “Golden Gate” del Borneo. Costato 16,4 milioni di dollari, il più lungo ponte sospeso dell'Indonesia era stato inaugurato nel 2001: attraversava il fiume Mahakam collegando le città di Tenggarong e Samarinda. È crollato di schianto alle 16,30 del 26 novembre 2011 per il cedimento improvviso di un cavo di supporto, proprio mentre erano in corso lavori di manutenzione, facendo precipitare auto, moto e un autobus nel fiume Mahakam, profondo in quel punto 50 metri.

AFP PHOTO / FIRMAN / AFP PHOTO / FIRMAN

24 dicembre 2009: in India crolla ponte in costruzione alla vigilia di Natale, 48 morti
È la vigilia del Natale 2009 quando un ponte in costruzione sul fiume Chambal, vicino alla città di Kota nello Stato indiano del Rajasthan, crolla improvvisamente con decine di lavoratori, uccidendo 48 persone. Un'inchiesta accerta che la causa della tragedia è il mancato rispetto, in fase di realizzazione della struttura, delle sequenze di costruzione indicate nel progetto.

AFP PHOTO/ Sam PANTHAKY / AFP PHOTO / SAM PANTHAKY

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...