ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùsul sole 24 ore

Pop Bari, intervento lampo: dal Fitd salvagente da 400 milioni

Il Fitd valuta un intervento d’emergenza per la Popolare Bari: pronti 400 milioni

di Luca Davi

Che cosa e' successo alla Pop. Bari?

2' di lettura

Un intervento lampo di almeno 400 milioni per mettere in sicurezza Banca Popolare di Bari. Si profila un esborso cash a brevissimo per il Fondo interbancario, il “socio” privato chiamato dal Governo a tamponare, in tandem con Mediocredito Centrale, l’emergenza della banca pugliese. Lo riporta Il Sole 24 Ore in edicola venerdì 20 dicembre.

I tecnici del fondo e gli advisor (Kpmg per il Fitd, Mediobanca e Oliver Wyman per la banca) starebbero studiando le modalità più efficaci per realizzare l’operazione. Che potrebbe prendere la forma di una sottoscrizione di un bond subordinato At1 o, ma è meno probabile, di un versamento in favore della società in conto futuro aumento di capitale.

Loading...
Popolare di Bari, ok al decreto: 900 milioni per salvarla

La riunione odierna del Consiglio del Fondo guidato da Salvatore Maccarone e Giuseppe Boccuzzi dovrebbe permettere di definire la tempistica. Le ipotesi sul tavolo sono due: o un esborso entro fine anno o entro gennaio.

A premere per una soluzione d’emergenza, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe la stessa Bce, che pur non essendo direttamente responsabile della vigilanza dell’istituto (la cui competenza rimane in capo a Bankitalia) sta comunque monitorando con massima attenzione la vicenda.

Eventuali esborsi entro fine anno del Fitd non dovrebbero costituitre comunque un problema per i bilanci 2019 degli istituti. Il Fitd ha a disposizione oggi 1,7 miliardi, e quindi il cash c’è. In caso di extra-uscite anticipate, le banche verrebbero chiamate a colmare il nuovo esborso “spalmandolo” nelle varie rate di contribuzione previste a favore del Fitd nei prossimi anni. Entro il 3 luglio 2024, infatti, il Fondo dovrà avere una dotazione finanziaria pari allo 0,8% del totale dei depositi protetti risultanti al 31 dicembre dell’anno precedente.

Sul Sole 24 Ore in edicola gli articoli sull’argomento.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti