SUPERCAR

Porsche 911, ritorna il mito: ecco l’ottava generazione

di Simonluca Pini

La nuova 911, diventata più veloce e tecnologica

3' di lettura

Sua maestà è tornata. A distanza di sette anni dal debutto della precedente generazione, la Porsche 911 si presenta in una veste completamente rinnovata e identificata dalla sigla di progetto 992. Come tradizione nessuna rivoluzione ma una profonda evoluzione, a partire dal design dell'ottava serie di un modello che dal 1963 rappresenta la supercar da utilizzare quotidianamente. Nata per mano di Ferdinand Alexander Porsche e progettata da suo padre Ferry Porsche, fin dal suo debutto doveva rispondere ad un’esigenza precisa: prestazioni da sportiva abbinate ad un abitacolo 2+2. Per trovare la prima versione S bisogna passare al 1967, quando arrivò sul mercato la 911 spinta dal motore 2.0 sei cilindri boxer portato dagli originali 130 cavalli a 160 grazie ad una serie di modifiche meccaniche. In oltre 50 anni la 911 S ha quasi triplicato la potenza ma non ha perso il suo spirito.

Infatti, l’ultima generazione presentata al Salone di Los Angeles porta la cavalleria della versione S a 450 cavalli, contro i 420 della precedente generazione 991, assicurati dalla motorizzazione 4.0 litri boxer sei cilindri biturbo in grado di assicurare uno scatto da 0 a 100 km/in in soli 3.7 secondi, che scendono a 3.6 guidando la versione con trazione integrale 4S. Cronometro alla mano il tempo si è ridotto di quasi mezzo secondo rispetto alla 991 S e aggiungendo il pacchetto Sport Chrono il tempo si abbassa fino a 3.4 secondi.

Loading...

Sul fronte della velocità massima, si raggiungono i 308 km/h. Tornando all’estetica, Il design è una naturale evoluzione della gamma 991 mettendo però su strada linee completamente nuove a partire dal frontale dove spiccano gli inediti gruppi ottici a Led. I cerchi in lega arrivano a 20 pollici all’anteriore e 21 al posteriore, mentre in coda troviamo il nuovo spoiler più ampio rispetto al passato e la barra luminosa che unisce i nuovi gruppi ottici. Cresciute leggermente anche le dimensioni, con due centimetri in più di lunghezza arrivando a 4.52 metri e 5 in larghezza fermando il metro a 1.85. Nell’ottica del massimo contenimento del peso, la bilancia è rimasta a ferma a 1515 kg come la serie precedente, la carrozzeria è in alluminio. Leggendo la lista delle novità arriva il cambio a 8 marce Pdk e non mancano tra le dotazioni le quattro ruote sterzanti, il differenziale meccanico a slittamento limitato e il Pasm per gestire elettronicamente le sospensioni. Salendo a bordo gli interni della nuova Porsche 911 sono un mix tra passato e futuro, con le linee dritte del cruscotto e gli strumenti incassati in grado di riportare la mente ai modelli degli anni ’70 e le tante novità come lo schermo da 10.9 pollici touchscreen al centro della consolle. Partendo dalla strumentazione troviamo il contagiri centrale analogico, con accanto due nuovi schermi da dove visualizzare un lungo elenco di informazioni. Oltre alla nuova architettura del sistema d’intrattenimento, la plancia si caratterizza per il ridotto numero di tasti fisici, per il tunnel in stile Panamera con i tasti touch e per la nuova leva del cambio. Tra i debutti in anteprima mondiale sulla nuova Porsche 911 arriva la modalità Wet, proposta nel pacchetto delle dotazioni standard della vettura. Questa funzione rileva la presenza di acqua sull’asfalto avvisando il guidatore della situazione, che a sua volta potrà cambiare il settaggio della vettura. Il lungo elenco di sistemi Adas presenti di serie e non, aggiunge per la prima volta il Night Vision Assist con termocamera per vedere con certezza persone o animali davanti alla vettura. Fra le tante novità arriva anche l’applicazione Porsche Road Trip in grado di aiutare i proprietari nella pianificazione, organizzazione e navigazioni in viaggi speciali, inclusi consigli su hotel, ristoranti e punti d’interesse. Scorrendo le nuove app debutta Porsche 360+, dove grazie ad un assistente personale a disposizione dei clienti si potrà contare su un supporto costante per partecipare ad esperienze esclusive. Terza anteprima arriva da “Porsche Impact”, calcolatore delle emissioni che permette di contribuire finanziariamente per compensare la propria “impronta” di anidride carbonica emessa. I progetti disponibili sui quali investire si concentrano su fonti rinnovabili e tutela delle foreste.

Prezzo della nuova Porsche 911?Già ordinabile in concessionaria, la nuova creatura di Zuffenhausen è commercializzata a124.000 euro in versione S Coupé e 132mila euro scegliendo la 4S Coupé. Secondo tradizione la gamma riceverà una lunga serie di versioni, dalla cabrio alla Turbo, fino ad arrivare alla prima 911 ibrida attesa molto probabilmente a partire dal 2022 in occasione del primo restyling.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti