ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAutomotive

Porsche, l’Italia si conferma il terzo mercato in Europa

Oltre 6.200 vetture immatricolate. +8% rispetto al 2020 a fronte di un comparto in profonda crisi

di Simonluca Pini

(Shutterstock)

2' di lettura

Il settore del lusso non conosce crisi, anche quando si parla di auto. A fronte di un mercato in profondo calo, Porsche Italia ha chiuso il 2021 con un +8% rispetto all'anno precedente con 6.274 vetture consegnate ai clienti e ottenendo il secondo miglior risultato della sua storia dopo il record del 2019 con 6.710 immatricolazioni. Terzo mercato a livello europeo dopo Germania e Gran Bretagna, la filiale italiana del marchio di Zuffenhausen aggiunge all’ottimo risultato anche oltre sei mesi di ordini già in portafoglio. A trainare le vendite i due suv Macan e Cayenne, seguiti dall’iconica 911 e dall’elettrica Taycan.

Il 30% delle vendite è sulle elettrificate

Il dato significativo è come il 30% delle vendite sia legato a vetture elettrificate, plug-in hybrid o full electric, a conferma di come l’addio al diesel avvenuto nel 2018 non abbia causato cali di vendita ma al contrario aumentato i volumi grazie soprattutto ad una gamma in grado di rispondere alle esigenze dei clienti. «I risultati ottenuti ci fanno ben sperare per il 2022 – precisa Pietro Innocenti, amministratore delegato Porsche Italia – e puntiamo ad una crescita in doppia cifra grazie anche alla crescita dei modelli elettrificati».

Loading...

Raddoppiato il magazzino di Rovigo

Tra i risultati ottenuti nel 2021 spiccano anche gli oltre 50 milioni di fatturato ottenuti dal reparto post vendita, con un +25% rispetto al 2020 e +19% sul 2019, e il raddoppio del sito di Rovigo diventato il primo magazzino ricambi Porsche con certificazione carbon neutral. Novità anche sul fronte delle 30 concessionarie italiane, che si adegueranno entro il 2028 alla nuova filosofia “Destination Porsche” con un investimento complessivo totale di 85 milioni di euro. «Come Porsche crediamo che le concessionarie debbano continuare ad avere un ruolo centrale, evolvendosi ai cambiamenti del mercato e alle richieste della clientela» ha precisato Innocenti.

Spazio alle vendite online

Spazio anche anche alle vendite online e all’usato approvato con l’inaugurazione ad Arezzo del primo Porsche Approved and Service Center d’Europa, in grado di generare maggiori volumi rispetto all’attuale. Lo scorso anno ha segnato anche l’inaugurazione del Porsche Experience Center di Franciacorta, costato oltre 28 milioni di euro, in grado di accogliere in tre mesi 11.000 visitatori ed erogare 534 esperienze di guida. La crescita di Porsche vede l’elettrificazione al centro dello sviluppo dei prossimi anni, con il 50% della produzione totale entro il 2025, a partire dalle 25 stazioni di ricarica ad alta capacità nei centri Porsche e i 400 punti di ricarica in strutture convenzionate e l'attivazione di 20 stazioni di ricarica ultrarapide su tutto il territorio italiano presso i distributori Q8.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti