ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùOfferta pubblica iniziale

Porsche, dal mercato grigio ottimi segnali in vista del debutto in Borsa

La società è stata scambiata fino al 17% al di sopra della forchetta di prezzo compresa tra 76,5 e 82,5 euro. Si parte il 29 settembre

di Alberto Annicchiarico

(Afp)

2' di lettura

A una settimana dall’avvio delle negoziazioni del titolo Porsche AG a Francoforte, le prime indicazioni dal mercato grigio non regolamentato sui prezzi indicano che il debutto in Borsa potrebbe essere eccellente per il produttore tedesco di auto sportive che sfida il momento volatile dei mercati con la più grande offerta pubblica iniziale europea da un decennio.

La società è stata scambiata fino al 17% al di sopra della forchetta di prezzo compresa tra 76,5 e 82,5 euro. Nel mercato non regolamentato gli investitori scommettono sul prezzo al quale debutteranno le azioni di una società. Le prime indicazioni, sebbene incoraggianti, non garantiscono ovviamente il rally, anche perché la linea dura delle banche centrali sta mettendo sotto pressione i mercati azionari.

Loading...

«La quotazione offre una buona opportunità per assicurarsi le azioni di Porsche AG a un livello di valutazione moderato», ha commentato Guillermo Hernandez Sampere, responsabile del trading presso l’asset manager MPPM, in Germania. Il titolo è stato scambiato a 93 euro in mattinata a Francoforte su volumi sottili, vicini ai 200mila euro, sulla piattaforma del broker tedesco Lang & Schwarz.

L’offerta è destinata a valutare il produttore dell’iconica 911 e dell’elettrica Taycan fino a 75 miliardi di euro, al di sotto di un precedente obiettivo di ben 85 miliardi di euro.Tuttavia, l’offerta ha suscitato un forte interesse. Infatti Volkswagen, primo gruppo automobilistico europeo, di cui fa parte il marchio Porsche, ha raccolto ordini da parte degli investitori più che sufficienti per coprire l’offerta pubblica iniziale di 9,4 miliardi di euro, già poche ore dopo il via alla vendita delle azioni, martedì scorso.

Il debutto in borsa di Porsche è fissato per il 29 settembre. Quasi il 40% dell’offerta è già stato collocato con importanti fondi. Quattro investitori fondamentali - Qatar Investment Authority, il fondo sovrano norvegese Norges Bank, T. Rowe Price e ADQ, holding di Abu Dhabi - si sono impegnati a raccogliere fino a 3,7 miliardi di euro dell’Ipo. La vendita delle azioni è aperta anche a investitori in Germania, Austria, Francia, Italia, Spagna e Svizzera. Il successo dell’Ipo di Porsche è considerata fondamentale per un mercato europeo dormiente caratterizzato da un’attività quasi nulla.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti