La svolta.I super accumulatori

Porsche, prestazioni ad alto voltaggio

2' di lettura

Come può un marchio sportivo come Porsche diventare un punto di riferimento nell’era della mobilità elettrica? Puntando su innovazione, tecnologia e sulla ricerca di soluzioni inedite. Il ruolo centrale di Porsche all’interno del Gruppo Volkswagen è stato confermato in occasione del Power Day, dove è stato svelato come il brand di Zuffenhausen sia al lavoro sugli accumulatori ad alta densità con anodo di silicio, in grado di lavorare a temperature superiori ai 75 gradi senza inficiare le prestazioni. Come avvenuto con la Taycan, con il sistema a 800 volt arrivato sul modello di serie dopo essere stato testato a Le Mans sulla 919, la nuova tecnologia arriverà in futuro sulle sportive tedesche. Tornando al presente, l’ultima novità firmata Porsche si chiama Taycan Cross Turismo e rende l’elettrica più spaziosa e funzionale grazie alla coda rialzata e alla maggiore altezza da terra in grado di offrire una valida risposta a chi vuole abbinare prestazioni da supercar alla possibilità di abbandonare le strade asfaltate. Tra le novità attese nel 2021 arriverà un aggiornamento di prodotto della Macan, nuove versioni della 911 tra cui la Targa Gts. Per vedere la Taycan Sport Turismo si dovrà attendere il 2022, anno di debutto della nuova Macan elettrica che andrà ad affiancare la versione termica. A questa lista si aggiungerà in futuro anche una versione a zero emissioni della Cayenne, necessaria per raggiungere i target comunicati da Porsche. Infatti il marchio fondato da Ferdinand Porsche ha annunciato che entro il 2025 il 50% della produzione sarà elettrica o ibrida plug-in, quota destinata a raggiungere l’80% entro il 2030. A tutto questo si aggiungono due aspetti fondamentali: l’attenzione alla passione e alla cura del cliente.

Tra pochi mesi inaugurerà il nuovo Porsche Experience Center di Franciacorta, costato oltre 26 milioni di euro e realizzato su un’area di circa 560.000 mila metri quadri in grado di farlo diventare il più grande al mondo. In ottica mobilità elettrica, invece, Porsche ha svelato l’intenzione di realizzare una nuova rete di ricarica lungo le più importanti direttrici europee dove saranno presenti fino a 12 “spine” da 350 kW e una serie di servizi per rendere più confortevole il momento del rifornimento.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti