INTERVISTA Paolo Vanoni

«Possiamo accelerare la crescita dei partner che ci daranno fiducia»

di Cheo Condina

default onloading pic
Paolo Vanoni. Chief strategy officer di Alperia


2' di lettura

«Viviamo un momento storico importante, forse unico, e gruppi industriali come i nostri devono sentire la responsabilità di investire sul territorio. Treni come questi passano una sola volta e un budget di 208 miliardi, legati al Next Generation EU, da investire sulla transizione energetica, sulla digitalizzazione e sulla sanità sono un’opportunità che il nostro Paese non deve farsi sfuggire».

Porta la firma di Paolo Vanoni, chief strategy officer di Alperia, il nuovo piano industriale della multiutility altoatesina, che ha messo in cima alle priorità il cosiddetto progetto Smart Region, cioè iniziative ad alto contenuto tecnologico per città, aziende e privati, dal fotovoltaico alla mobilità sostenibile per arrivare all’efficienza energetica. «Gruppi come i nostri – aggiunge – devono giocare un ruolo importante: a quest’area saranno dedicati circa 700 milioni di investimenti (su 1,7 miliardi complessivi del piano), di cui 500 solo sulla ristrutturazione di edifici attraverso il Superbonus».

Loading...

Qual è il vostro approccio e che ruolo vi proponete di giocare?
Ci proponiamo come un operatore che mette a disposizione quanto è già stato in grado di realizzare in Alto Adige e che può accelerare la crescita dei partner che ci daranno fiducia, generando economie di scala. In Veneto abbiamo già investito in aziende innovative realizzando una piattaforma per la transizione energetica al servizio di imprese e privati che può essere condivisa con altri partner dal forte radicamento territoriale.

A quali territori guardate in particolare?
Al Nord Est, quindi Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia orientale. Abbiamo le potenzialità per diventare un partner regionale che si candida per favorire la crescita di iniziative di innovazioni e servizi smart. Possiamo mettere a disposizione una piattaforma ampia di servizi che si può declinare sulle esigenze dei territori e dei futuri partner.

Di che tipo di servizi parliamo?
Di efficientamento degli edifici, anche attraverso cappotti termici, dello sviluppo del fotovoltaico domestico e business, di soluzioni di efficientamento energetico e facility management anche per la Pubblica Amministrazione e la sanità, ma anche di mobilità sostenibile sia per l’infrastrutturazione del territorio che per la realizzazione di innovative soluzioni commerciali.

Al Bonus 110% per la ristrutturazione avete dedicato un budget di 500 milioni.
È una misura che potrebbe arrivare fino al 2024, che tuttavia è molto complicata per l’utenza residenziale che vuole sfruttarla. Il nostro ruolo, e in generale quello delle utility, è rendere più semplice la transizione energetica del condominio piuttosto che della singola casa. L’offerta è ampia e anche questa occasione va colta nella sua interezza per muovere un vero passo verso un futuro carbon free, che è anche l'obiettivo del piano One Vision di Alperia.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti