ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPaytech

Poste in rialzo, gli analisti promuovono l'acquisizione di Lis

Lis usa una piattaforma paytech proprietaria ed è attiva nel mercato italiano dei pagamenti di prossimità

di Paolo Paronetto

(IMAGOECONOMICA)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Acquisti sul titolo Poste Italiane a Piazza Affari dopo l'annuncio del closing dell'acquisizione di Lis, nettamente meglio del FTSE MIB. Nel dettaglio Poste, attraverso la propria controllata PostePay, ha perfezionato l’acquisizione del 100% di Lis Holding da International Game Technology per 700 milioni. Lis usa una piattaforma paytech proprietaria ed è attiva nel mercato italiano dei pagamenti di prossimità attraverso una rete di circa 54mila punti vendita convenzionati. Lis, notano gli analisti di Equita, «ha generato nel 2021 228 milioni di ricavi lordi e 40 milioni di Ebitda», mentre nel primo semestre del 2022 i ricavi sono arrivati a 132 milioni e l'ebitda a 24 milioni.

«I dati del semestre mostrano una ottima crescita dell'Ebitda, un trend che ci aspettiamo possa addirittura migliorare nel secondo semestre per il repricing dei contratti», aggiungono. «Considerando la cassa generata nei nove mesi, pari a 70 milioni, il multiplo del deal risulta inferiore alle ns attese iniziali», concludono. «L’acquisizione - notano da parte loro gli esperti di Intermonte - rappresenta la maggiore acquisizione mai compiuta dalla società e si inserisce nella strategia del gruppo di voler espandere e consolidare la propria posizione nel settore dei pagamenti digitali».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti