Il vertice

Ppe a Roma, Weber: per l’Ue basta con unanimità in politica estera

Si è aperta nel pomeriggio di lunedì 20 al The Westin Excelsior la riunione del Partito popolare europeo

di Nicola Barone

Berlusconi non sarà a vertice Ppe, Tajani: medici sconsigliano

2' di lettura

Spazio anche alla dimensione esterna dell’Unione, nella tre giorni del Ppe a Roma. «L’Europa deve arrivare ad un nuovo livello di cooperazione, dobbiamo abolire il meccanismo di decisione all’unanimità» dice in apertura dei lavori il presidente del gruppo Ppe nel Parlamento europeo, Manfred Weber.

«Abbiamo una buona occasione - continua Weber - per superare la pandemia di Covid-19. Per questo il nostro incontro di Roma è un momento importante, per vedere che cosa ci aspetta e decidere che cosa dobbiamo fare. Le nuove generazioni devono sentire che l’Ue e il Ppe sono con loro: siamo facendo il possibile per creare posti di lavoro, posti di lavoro, posti di lavoro. La ricerca è fondamentale, come Next Generation Eu e anche il commercio internazionale. Occupiamoci delle nuove generazioni», conclude, auspicando che si facciano anche progressi nel campo della “difesa” comune.

Loading...

Vertice di tre giorni

Si è aperta nel pomeriggio di lunedì 20 al The Westin Excelsior di Roma la riunione del Partito popolare europeo. Alla riunione in programma fino a mercoledì interverranno la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen (da remoto), il vice presidente della Commissione, Margaritis Schinas e il commissario Valdis Dombrovskis, il capogruppo del Ppe al Parlamento europeo, Manfred Weber e il coordinatore nazionale Antonio Tajani. Dopo consiglio dei medici, il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, non sarà invece presente ma parlerà in video.

Tra gli altri partecipano anche la vicepresidente della Commissione, Dubravka Suica, il segretario di Stato della Città del Vaticano, il cardinale Pietro Parolin, il sottosegretario di Stato alla Difesa, Giorgio Mulè, il presidente della Commissione delle Conferenze Episcopali dell’Unione europea, cardinale Jean-Claude Hollerich e il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti