ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLusso

Prada acquista il 43,65% della conceria Superior di Santa Croce sull'Arno

L'azienda, attiva nella lavorazione delle pelli di vitello da oltre 60 anni, sarà guidata dall’attuale ceo Stefano Caponi.

di Mo.D.

2' di lettura

Il Gruppo Prada annuncia l'acquisizione del 43,65% del capitale sociale della conceria Superior di Santa Croce sull'Arno, in provincia di Pisa, Toscana. L'azienda, attiva nella lavorazione delle pelli di vitello da oltre 60 anni sul mercato italiano e internazionale in qualità di fonitore specializzato per il settore del lusso, ha recentemente concentrato i propri investimenti nella digitalizzazione dei processi e in un piano di sviluppo sostenibile basato su economia circolare, efficienza energetica e tutela della risorsa idrica. L'accordo prevede che la responsabilità della gestione rimanga in capo a Stefano Caponi, attuale amministratore delegato della società.

«L'ingresso di Prada nel capitale sociale della conceria Superior rappresenta un altro passo importante nel percorso strategico di integrazione verticale della filiera produttiva del Gruppo, con investimenti nelle infrastrutture e nelle persone, per accrescere il nostro know-how industriale nonché controllare la qualità lungo tutte le fasi di lavorazione. Questa operazione ci consentirà di accelerare su temi importanti quali la tracciabilità delle materie prime e la trasparenza della nostra catena di fornitura» commenta Patrizio Bertelli, amministratore delegato del Gruppo Prada.

Loading...

«Ho intrapreso da tempo un percorso che ritengo virtuoso per Conceria Superior, con l’obiettivo di incrementare la nostra sostenibilità ambientale, sia essa intesa come sostenibilità di processo, che di prodotto. Questo con l’intento di migliorare prima di tutto le nostre attività produttive, studiando migliorie tecniche e di processo, con lo scopo ultimo di fornire al cliente prodotti di eccellenza, espressione del più alto Made in Italy, ma più sostenibili e con il minor impatto ambientale possibile» commenta Stefano Caponi, amministratore delegato di Superior, che aggiunge: «La mia visione da imprenditore è stata quella di creare un equilibrio tra i benefici a medio e lungo termine, garantiti da progetti di innovazione industriale ed efficientamento energetico, con investimenti mirati e fruibili nell’immediato. Questo accordo con il Gruppo Prada, che rientra in questa visione, é per me motivo di grande orgoglio e soddisfazione».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti