collaborazioni

Prada e adidas lanciano le loro sneaker di lusso made in Italy

L’iniziativa è solo l’ultima delle numerose novità che hanno coinvolto il gruppo milanese negli ultimi mesi, dal finanziamento “sostenibile” allo stop alle pellicce fino all’ingresso in Altagamma


default onloading pic

2' di lettura

«Un’autentica fusione tra moda e sport»: così una nota del gruppo Prada presenta e descrive la nuova collaborazione con adidas, illustrandola come un incontro di due know how avvenuto grazie alla piattaforma di Luna Rossa, il team velico del marchio milanese che tornerà in mare per la prossima edizione dell’America’s Cup, dal 6 al 21 marzo 2021 in Nuova Zelanda.

Primo frutto di questa collaborazione saranno due modelli “Prada for
adidas”
«nati per lo sport, ripensati per lo street style, e ora trasformati in articoli di lusso», per uomo e per donna in edizione limitata, realizzati da Prada in Italia e che debutteranno a livello mondiale a dicembre.

Altre calzature tecniche da vela per Luna Rossa saranno lanciate nel 2020.

La strategia di rilancio del gruppo
La collaborazione «procederà per traguardi, segnando un radicale allontanamento dagli schemi finora conosciuti, ma rimarrà al contempo ancorato al solido patrimonio di ciascun marchio attraverso la condivisione di approcci e obiettivi», prosegue la nota dell’azienda, al centro di molte iniziative e novità nelle ultime settimane: la più recente, il finanziamento stipulato con Crédit Agricole (primo per un marchio del settore) da 50 milioni di euro legato a obiettivi di sostenibilità che, se raggiunti, abbasseranno progressivamente i tassi di interesse della restituzione. Obiettivi sostenuti dalla scelta di rinunciare alle pellicce e da progetti come Re-Nylon, sviluppato in collaborazione con Aquafil, per cui entro la fine del 2021 tutto il nylon usato per le creazioni Prada sarà filato rigenerato Econyl, proveniente dunque dal recupero e riciclo di fibre di nylon da reti da pesca e tappezzerie in disuso.

Innovativa anche la partnership con Highsnobiety, siglata nel maggio scorso, per cui il primo drop della nuova piattaforma e-commerce del magazine (dove si trova anche un interessante articolo sul legame fra Prada e la cultura hip hop) ha offerto proprio creazioni in edizione limitata di Prada Linea Rossa (nata come Prada Sport nel 1997 e chiusa a metà delgi anni Duemila e rilanciata nella stagione AI 2018-9)

Operazioni finanziare e bilanci
Il gruppo (entrato in ottobre in Altagamma) ha anche rilevato, azione comunicata il 30 ottobre scorso, la Fratelli Prada, che controlla i quattro negozi milanesi del marchio ma che non faceva parte della società guidata da Miuccia Prada e Patrizio Bertelli.

Quotata a Hong Kong dal 2011, Prada Spa ha chiuso il primo semestre del 2019 con ricavi per 1,57 miliardi di euro, in aumento del 2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le vendite sono cresciute del 7% in Europa, a fronte di un calo del 6% nell’area asiatica. Il marchio eponimo ha segnato +1%, ricavi in calo dell’8% per Miu Miu, per Church’s +3%. (Ch.B.)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...