Startup

Premio Marzotto, alla startup del life science Cellply il grant da 300mila €

di Gianni Rusconi


default onloading pic

3' di lettura

Il MAXXI di Roma è stato il teatro dell'ottava edizione del Premio Gaetano Marzotto, l'ultimo atto di un percorso iniziato un anno fa e che ha visto concorrere oltre 600 startup candidate, premiarne 48 con un montepremi complessivo di oltre due milioni e mezzo di euro e prendere corpo un network di un centinaio di partner, fra cui molti internazionali. Da Matteo Marzotto, vice presidente di Progetto Marzotto, è arrivato in occasione della serata finale un preciso monito: «le nuove imprese e le startup sono oggi tra i motori dell'economia del nostro Paese e da imprenditore non posso che suggerire di continuare a scommettere sui giovani, un volano imprescindibile per il futuro”.
Il massimo riconoscimento (Premio per l'impresa), a cui va un grant in denaro da 300 mila euro (oltre a 25mila euro in mentorship da parte di Cuoa Business School), se lo è aggiudicato la bolognese Cellply, che ha battuto in finale Panoxyvir, RespectLife, Supermercato24 e Wecare. Suo un sistema diagnostico in grado di prevedere l'efficacia delle terapie oncologiche (farmaci antitumorali) nell'arco delle 24 ore tramite l'analisi della risposta in-vitro di cellule vitali all'interno di una piccola biopsia, subito a valle del prelievo. Al momento lo sviluppo della soluzione, che promette un livello di accuratezza superiore al 90%, è al minimo funzionante.
Dalle batterie liquide per auto elettriche ai prodotti agricoli tracciati con la blockchain
Il premio dall'idea all'impresa Progetto Marzotto, con 50mila euro in palio, ha visto invece primeggiare fra i sette finalisti selezionati (Fleep, Heraclex, Moveo Walks, Ocore, Phononic Vibes e Spex) la startup emiliano romagnola Bettery, cui si deve l'idea di portare sul mercato una batteria per auto elettriche liquida, ricaricabile e a basso costo, con livelli di impatto ambientale e tempo di ricarica mai raggiunti prima. Allo stato attuale il prodotto è ancora in una fase prototipale.
L'Amazon Launchpad Award è andato a Domoki, startup lombarda impegnata nel campo dell'energia pulita. La soluzione, già sul mercato, che ha convinto i giudici è all'attenzione dei giudici è un microcomputer che si installa nelle scatole elettriche a tre posti sostituendo i normali interruttori. Molto semplice da installare, può essere utilizzato tramite il display touch di cui è dotato, tramite app mobile e anche comandi vocali e permette di controllare qualsiasi apparato elettrico all'interno dell'abitazione (o di camere di hotel) e fungere da termostato intelligente. Il risparmio ventilato arriva fino al 30% sulle bollette di gas e luce. Arriva dal Lazio la startup che si è aggiudicata il Premio Speciale Amazon Web Services. Si tratta di Revotree, un sistema Iot che permette di ottimizzare i processi agricoli in modo semplificato ed economico, integrandosi senza problemi con gli impianti già esistenti.
Babelee, piattaforma applicabile a diversi settori industriali e funzioni aziendali che trasforma automaticamente i contenuti in video, ha vinto il Premio Speciale Accenture, mentre il Premio Speciale Capitol One ha visto imporsi Metaliquid (cui va anche il riconoscimento di Speciale Invitalia), grazie al proprio sistema di analisi dei video basato sulla combinazione di reti neurali e tecnologie di deep learning, che permette di riconoscere all'interno di un filmato centinaia di concetti simultaneamente e di conseguenza costruire servizi personalizzati (sia on demand che live) e alla startup umbra Agricolus, che ha sviluppato una piattaforma per l'agricoltura di precisione che trasforma i dati spaziali e di campo in azioni e previsioni.
A Blimp è andato invece il Premio Speciale Cisco per una piattaforma in grado di visualizzare in tempo reale il numero di persone e veicoli in un determinato ambiente per migliorare la qualità della customer experience e delle relazioni con i clienti, gli utenti e i cittadini. Il nuovo Premio Speciale Engineering Ingegneria Informatica se l'è aggiudicato la siciliana RainIot, grazie a un dispositivo 4G (e a tendere 5G) che permette di calcolare con anticipo lo spostamento di un eventuale fronte di perturbazione con una precisione attualmente pari al 95%. Il Premio Speciale EY va invece a una giovane startup lombarda, Genuino, la cui piattaforma è pensata per portare in negozio prodotti tracciati e certificati attraverso la tecnologia Blockchain e
garantire di conseguenza trasparenza e immutabilità dei dati.
Particulate Matter, startup che ha sviluppato un materiale innovativo progettato per l'intrappolamento del particolato atmosferico, ha ritirato il Premio Speciale Italcementi - HeidelbergCement Group, per la forte valenza di sostenibilità del progetto, che migliora la qualità dell'aria valorizzando materiali di riciclo e sottoprodotti di processi produttivi. Smart Domotics, infine, con il suo prodotto per la domotica ha vinto il nuovo Premio Speciale Microsoft; Userbot, sistema di customer service basato su intelligenza artificiale quello di Repower e Fili Pari, materiali innovativi per il settore tessile, quello di UniCredit Start Lab.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...