giustizia

Prescrizione, Pd propone sospensione fino a 3 anni e mezzo

Contro la prescrizione del ministro della Giustizia di M5S Alfonso Bonafede - stop definitivo dopo il processo di primo grado - il Pd ha presentato la sua proposta di legge alla Camera ed al Senato

di An.Ga.

Prescrizione, Di Maio: a gennaio diventa legge. Insorge il Pd

Contro la prescrizione del ministro della Giustizia di M5S Alfonso Bonafede - stop definitivo dopo il processo di primo grado - il Pd ha presentato la sua proposta di legge alla Camera ed al Senato


2' di lettura

Una sospensione dei tempi della prescrizione di due anni per l'appello (ai quali si possono aggiungere altri sei mesi se c'è il rinnovo dell'istruzione dibattimentale) e di un anno dalla pronuncia della sentenza nei cui confronti è proposto il ricorso in Cassazione, per un totale di 3 anni e sei mesi. Contro la prescrizione del ministro della Giustizia di M5S Alfonso Bonafede - stop definitivo dal 1° gennaio dopo il processo di primo grado - il Pd ha presentato la sua proposta di legge alla Camera ed al Senato. Ma il responsabile Giustizia del Pd Walter Verini ha dichiarato durante la conferenza stampa nella sede dem di Largo del Nazareno: «Il nostro obiettivo non è far cadere il Governo, vogliamo solo processi in tempi certi. Per noi è una battaglia di civiltà, non di propaganda».

Pd presenta proposta di legge: ora discutiamo
Un testo nel quale si riconoscono tutte le anime del Pd (tra i firmatari ci sono anche il capogruppo alla Camera, Graziano Delrio, e il vicesegretario del partito, Andrea Orlando) e composto da un solo articolo e che, spiegano i responsabili Giustizia al Nazareno, punta a «contemperare» le diverse esigenze sulla prescrizione e per tornare «a discuterne» con tutte le forze di maggioranza «in un'ottica che sia di coalizione». «Il ministro Bonafede può portare a casa una riforma epocale, confidiamo nel buon senso e siamo certi che una soluzione si troverà» ha detto il sottosegretario alla Giustizia Andrea Giorgis.

Zingaretti: tempi certi processi e dei diritti
«Il Partito Democratico è per una giustizia al servizio dei cittadini, per tempi certi nei processi nei quali i colpevoli vengano condannati, agli
innocenti venga riconosciuta l'innocenza e nei quali le imprese, che hanno contenziosi, possano contare su esiti rapidi. È questo il senso della nostra iniziativa che guarda agli interessi del Paese, al rispetto della certezza del diritto e della legalità» ha affermato in una nota il segretario del Pd
Nicola Zingaretti.

Discussione aperta dal 7 gennaio
«Puntiamo ad aprire una discussione dal 7 gennaio, a trovare una sintesi» su una proposta di legge che, ha sottolineato Alfredo Bazoli, «contiene la soluzione tecnicamente migliore per evitare che i processi già iniziati si concludano con una prescrizione o che diventino infiniti». Nessuno di noi - dice Franco Mirabelli - si vuole sottrarre alla discussione sulla riforma del processo penale. È un impegno di tutta la maggioranza. Vogliamo velocizzare i processi ma i processi non possono essere infiniti. La ragionevole durata è un principio costituzionale». «È ora anche di finirla - conclude - con le ipocrisie e con la propaganda della Lega»

No alla proposta Costa
Infine, il Pd ha conferma il proprio no alla proposta di legge presentata da Enrico Costa di Forza Italia sulla Prescrizione. «Noi crediamo che la proposta Costa voglia mettere un cuneo nella maggioranza e far tornare magari al Governo chi c'era prima. Noi rifiutiamo l'uso strumentale di temi come questi, la giustizia non va utilizzata come un grimaldello», ha sottolineato Verini.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...