ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùNuova legislatura

Presidenti delle Camere, come si eleggono e chi è in pole oggi

L’inizio delle consultazioni per l’esecutivo potrà partire solo con l’elezione dei primi inquilini di Montecitorio e Palazzo Madama

Le Camere aprono le porte ai neo eletti per i primi adempimenti

3' di lettura

Ecco le scadenze del percorso per l'elezione dei presidenti delle Camere, passaggio obbligato per l'avvio delle consultazioni al Quirinale, propedeutiche alla formazione del nuovo governo. La “magic date” per l'inizio delle consultazioni non è ancora certa: potranno essere avviate solo con l'elezione dei primi inquilini di Montecitorio e Palazzo Madama, che con i presidenti dei gruppi parlamentari sono gli interlocutori di questa importantissima fase che precede la nascita del nuovo governo.

I presidenti delle Camere

La loro elezione rappresenta il primo adempimento delle nuove Camere, convocate nella loro prima seduta per la mattina del 13 ottobre (alle 10 la Camera, alle 10.30 il Senato). Storicamente la “fumata bianca” arriva prima al Senato e poi alla Camera, spesso il giorno dopo. Con un timing di scadenze così stretto le indiscrezioni danno possibile una chiusura della partita in un paio di giorni.

Loading...

Montecitorio

La prima seduta sarà presieduta da Ettore Rosato (Iv), vicepresidente anziano nella scorsa legislatura. L'elezione del presidente scatta nei primi tre scrutini solo se si raggiunge la maggioranza dei 2/3; a partire dal quarto è sufficiente la maggioranza assoluta (la metà più uno dei deputati), pari a 201 voti.

Palazzo Madama

Presiedere la prima seduta toccherebbe al senatore a vita ed ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il più anziano tra i componenti di Palazzo Madama (è del 1925). Tuttavia, pare escluso che Napolitano possa adempiere a questo compito per le sue condizioni di salute, per cui lo scranno di presidente provvisorio andrebbe ad un’altra senatrice a vita, Liliana Segre, nata nel 1930. Nei primi due scrutini (previsti per la prima seduta) per eleggere il presidente serve la maggioranza assoluta dei voti dei componenti dell’Assemblea (101).

Ove non si raggiunga tale maggioranza, si procede, nel giorno successivo, ad una terza votazione in cui basta la maggioranza assoluta dei voti dei presenti, (le schede bianche contano come voti validi). Qualora nella terza votazione nessuno abbia riportato questa maggioranza, il Senato procede nello stesso giorno al ballottaggio fra i due candidati che hanno ottenuto nel precedente scrutinio il maggior numero di voti e viene proclamato eletto quello che ne prende di più. A parità di voti sarà eletto il candidato più anziano di età: in base a questa regola Carlo Scognamiglio prevalse su Giovanni Spadolini.

I nomi in pole

Le prime sedute faranno scattare un gioco di incastri, perché le nuove presidenze di Montecitorio e Palazzo Madama rientrano nella trattativa fra Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. Se Roberto Calderoli è il nome su cui punta il Carroccio per il Senato, Ignazio La Russa è quello per FdI. Che, se la spuntasse, aprirebbe il campo a Riccardo Molinari per la Camera. E qui si apre un nuovo fronte, perché per la presidenza di Montecitorio si fa anche il nome di Giancarlo Giorgetti, che FdI però vorrebbe nel governo perché lo ritiene una figura valida e di esperienza.

Capigruppo

Entro due giorni dalla prima seduta i parlamentari devono dichiarare a che gruppo aderiscono: a quel punto i gruppi sono convocati per eleggere i rispettivi presidenti.

Il presidente del Consiglio

Da quando sono eletti i presidenti delle due Camere il presidente del Consiglio uscente può salire al Quirinale per dimettersi: resterà comunque in carica per il per il disbrigo degli affari correnti fino alla nomina ed al giuramento del nuovo governo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti