finanza

Prima emissione di minibond da 21,5 milioni

Otto imprese campane hanno aderito al programma regionale

di Vera Viola

default onloading pic
Operativo lo srumento din finanza innovativa promosso dalla Regione attraverso la società in house Sviluppo Campania

Otto imprese campane hanno aderito al programma regionale


2' di lettura

Protom, azienda napoletana di ingegneria di servizi innovativi e manifattura, ha emesso bond per 3 milioni, per finanziare nuovi investimenti per rafforzare le attività innovative e di additive manifacturing. Coelmo, che produce gruppi elettrogeni e cogeneratori, ha sottoscritto una emissione di 2,5 milioni per acquisire scorte di materie prime e prodotti finiti.

Solo due delle otto aziende campane che hanno concluso la prima emissione di minibond per 21,5 milioni, attraverso Garanzia Campania Bond. In questo modo è diventato operativo lo strumento di finanza innovativa promosso dalla Regione Campania attraverso la società in house Sviluppo Campania.

La prima emissione coinvolge le aziende campane Citel Group, Italia Power, La Tecnica nel Vetro, Pinto, Sciuker Frames, Spinosa. Oltre Protom e Coelmo. Con i proventi, compresi tra un minimo di 2 milioni e un massimo di 3 milioni, queste finanzieranno programmi di sviluppo come realizzazione di nuovi impianti, l’acquisto di nuove aziende e rami di azienda, investimenti in macchinari e software, acquisto di materie prime, semilavorati e prodotti finiti. Gli obiettivi delle imprese comprendono la diversificazione produttiva, l’espansione dell’attività commerciale, l’accelerazione del processo di digitalizzazione, l’automazione e il miglioramento dell’efficienza logistica.

Per le imprese campane, Garanzia Campania Bond si è dimostrata una alternativa al tradizionale canale bancario per finanziare investimenti e capitale circolante attraverso l’emissione di minibond assistiti dalla garanzia di Sviluppo Campania. Il programma Garanzia Campania Bond prevede l’emissione di titoli obbligazionari per complessivi 148 milioni di euro con una copertura della garanzia pari al 25% dell’importo totale. A questo scopo la Regione Campania, utilizzando le risorse del Por Fesr Regione Campania 2014-2020, ha stanziato 37 milioni di euro di cui 5,3 milioni utilizzati con questa prima emissione.

A breve è prevista la seconda emissione. «Sono 124 le Pmi che hanno presentato manifestazione d'interesse per una richiesta di emissione pari ad un valore complessivo di 368 milioni rispetto ad una dotazione di 148 milioni disponibili – dice il presidente di Sviluppo Campania, Mario Mustilli – Abbiamo una richiesta di valore doppia rispetto a quella disponibile a dimostrazione dell’efficacia della misura». Il progetto Garanzia Campania Bond è coordinato dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese costituito da Mediocredito Centrale e Fisg - Gruppo Banca Finint, che agisce in qualità di arranger, supportato da Elite e Grimaldi Studio Legale. Cassa Depositi e Prestiti e Mediocredito Centrale hanno finanziato pro-quota l'operazione attraverso la sottoscrizione delle note emesse da una società veicolo costituita ad hoc, Basket Bond Campania S.r.l..

«Con i proventi dei minibond _ dice Fabio De Felice – puntiamo a rafforzare le attività e le aree di business ad alta marginalità, in modo da garantire un’ottimizzazione dei risultati economici». Protom arriva a questo step dopo aver conseguito la certificazione Elite e aver ottenuto il rating pubblico da parte di Cerved. Così anche Coelmo. «Il percorso impiosto _ dice l’ad Marco Monsurrò – ci ha spinto a una crescita anche organizzativa. Inoltre per una volta abbiamo sperimentato uno strumento ben congegnato, diventato efficace in tempi rapidi. Che si è concretizzato alla fine nonostante il lockdown».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti