0/0Attualita

Prima ragione: i figli sono un investimento costoso

default onloading pic
(Alamy Stock Photo)

Il calo delle nascite ha un primo motivo sociologico che non rappresenta una novità: si tratta di un trend quarantennale di bassa fecondità, dovuta al tipo di rapporti patriarcali fra le generazioni caratteristico dell'Italia, di altri Paesi del Sud Europa (penisola Iberica e Balcanica) e dell'Estremo Oriente industrializzato (Giappone, Corea del Sud, Singapore, grandi agglomerati urbani della Cina). «In tutte queste società i genitori sono praticamente gli unici responsabili della riuscita sociale dei figli - spiega Dalla Zuanna - sui quali investono moltissimo, sia dal punto di vista economico che valoriale». Questo trend - che si sta estendendo a Paesi molto diversi tra loro come Brasile, Tunisia, Iran e Thailandia - non è però sufficiente a spiegare il crollo delle nascite a cui stiamo assistendo in Italia negli ultimi anni.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti