ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùRELAZIONI BILATERALI

Prima telefonata tra Xi e Biden, riparte il dialogo tra Usa e Cina

Alla vigilia del Capodanno cinese i due leaders si parlano ribadendo le posizioni - Pechino: Taiwan, Hong Kong e Xinjiang sono “affari interni”

di Rita Fatiguso

default onloading pic

2' di lettura

Le questioni relative a Taiwan, Hong Kong e Xinjiang sono “affari interni che riguardano la sovranità e l'integrità territoriale della Cina”. Il presidente Xi Jinping nella prima telefonata con la controparte americana Joe Biden dal suo insediamento alla Casa Bianca precisa che gli “Stati Uniti dovrebbero rispettare gli interessi fondamentali della Cina e affrontare tali questioni con prudenza”. Il ghiaccio è rotto, ma la strada per ricucire i rapporti tra le due superpotenze sulle macerie della politica trumpiana è lunga.

Joe Biden, dal canto suo, ha censurato le pratiche coercitive e le prassi economiche cinesi scorrette censurando quelle contrarie ai diritti umani nello Xinjiang. Ma anche le restrizioni alle libertà politiche a Hong Kong e le azioni “assertive” contro Taiwan.

Loading...

Scambio di auguri

Biden ha tenuto anche a sottolineare l’importanza degli interessi degli alleati dell’America nei rapporti con la Cina.

I due presidenti hanno scambiato oltre agli auguri per il Capodanno cinese pareri sulla lotta alla pandemìa e parlato di sicurezza sanitaria globale, cambio climatico e prevenzione della proliferazione degli armamenti.

Secondo Xi sarà necessario far ripartire un meccanismo di dialogo per il rilancio delle comunicazioni bilaterali a tutto campo, ma il presidente ha ribadito che Taiwan, Hong Kong e Xinjiang sono “questioni interne” alla Cina.

Il peso degli alleati

Biden ha confermato la disponibilità a lavorare con la Cina. L’amministrazione Biden tuttavia si impegnerà a collaborare con i partner in Asia e in Europa “ per sviluppare una strategia comune per limitare le esportazioni sensibili ad alta tecnologia e gli investimenti cinesi in industrie a rischio”.

Una parte cruciale della strategia Biden punta a investimenti pubblici nell'impresa e nell'innovazione americane per promuovere la competitività degli Stati Uniti. Annunci attesi nelle prossime settimane anche se ciò comporterà un grande sforzo prima che si realizzi.

Il team di Biden sta rivedendo intanto le azioni messe in atto dall'amministrazione Trump, inclusa l’imposizione di tariffe per oltre 350 miliardi di merci cinesi. Mentre la revisione continua, le tariffe rimangono in vigore fino a quando non saranno state prese decisioni sugli adeguamenti da apportare.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti