immobiliare digitale

Primi rogiti con la piattaforma web per comprare case in costruzione

Più richiesti trilocali e quadricolali. Quasi 500 i preventivi in carrello. Ad un mese dalla sua attivazione, AbitareIn fa il punto sull’attivazione della prima piattaforma e-commerce per la vendita online di case in costruzione.

di Laura Cavestri

default onloading pic

Più richiesti trilocali e quadricolali. Quasi 500 i preventivi in carrello. Ad un mese dalla sua attivazione, AbitareIn fa il punto sull’attivazione della prima piattaforma e-commerce per la vendita online di case in costruzione.


2' di lettura

Gli appartamenti più richiesti sono i trilocali (710), seguiti dai quadrilocale (304) e dai bilocali (287), per un totale di 1413 unità. Gli appuntamenti presi sono stati 766, di cui 451 in showroom e 315 online (video call). Quasi 500 i preventivi “messi nel carrello”, mentre sono 342 gli attivi nell’area riservata, con una media di 25 accessi unici al giorno. Ad un mese dalla sua apertura, sono i numeri della prima piattaforma e-commerce italiana per la vendita online di case in costruzione, presentata a fine maggio da AbitareIn e la tech company Tecma Solutions.

La nuova piattaforma di acquisto online offre infatti, attraverso l'intelligenza artificiale, un assistente virtuale disponibile H24, un configuratore online degli appartamenti (come avviene per le automobili) e la possibilità di visitare virtualmente gli showroom data dalla realtà virtuale. Parlando di case in costruzione, si può scegliere il piano, il layout della casa, come posizionare i muri, il capitolato, le finiture etc.. E ogni cosa che si scegli finisce in un carrello, tipo quello di Amazon. Alla fine, viene calcolato il costo della casa. All’interno dell’area riservata, poi, si può anche formalizzare la proposta di acquisto e inviarla con la firma digitale. È possibile effettuare appuntamenti in videoconferenza, la digitalizzazione di tutti i passaggi documentali e contrattuali, effettuare i pagamenti online.

«Il lockdown eccezionale che abbiamo vissuto nei mesi scorso – ha commentato Marco Grillo, amministratore delegato di AbitareIn – ha solo accelerato un nuovo modello di acquisto e di processi di ricerca e sviluppo su cui già da tempo stavamo lavorando. Si tratta di un’esperienza di acquisto sicura e all’avanguardia. Milano resta un mercato dinamico, nonostante le difficoltà del momento, dove si impongono la riscoperta degli spazi della casa, del rapporto con il verde (sia in giardino che in terrazzo). In questa fase, gli acquirenti vogliono essere protagonisti della casa perchè hanno scoperto di cosa hanno maggiormente bisogno. L’esperienza di una casa in costruzione, totalmente personalizzabile e con finiture adattabili alle diverse disponibilità, va proprio in questo senso».



Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti