I PROTAGONISTI

Primo consiglio europeo del Conte due. Ecco gli italiani seduti nelle poltrone strategiche Ue

Oltre a David Sassoli e Paolo Gentiloni, non mancano gli eurodeputati italiani nella cabina di regia di Strasburgo: da Irene Tinagli che ha preso il posto del ministro dell’Economia Gualtieri al vicepresidente del Parlamento europeo Castaldo

di Andrea Carli

default onloading pic
L’ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è designato al ruolo di commissario europeo agli Affari economici e monetari nella Commissione guidata da Ursula von del Leyen(foto Afp)

Oltre a David Sassoli e Paolo Gentiloni, non mancano gli eurodeputati italiani nella cabina di regia di Strasburgo: da Irene Tinagli che ha preso il posto del ministro dell’Economia Gualtieri al vicepresidente del Parlamento europeo Castaldo


2' di lettura

Italiani con un piede nella stanza dei bottoni. Il Consiglio europeo del 17 e 18 ottobre segna l’esordio del Conte due nella nuova Europa che si è andata delineando dopo le elezioni del 29 maggio. Il Consiglio europeo stabilisce l’agenda politica dell’Unione. Un’Unione che parla italiano, con alcuni incarichi di peso. Da Paolo Gentiloni a David Sassoli, a Irene Tinagli.

La partita per allargare le maglie della flessibilità
L’ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è designato al ruolo di commissario europeo agli Affari economici e monetari nella Commissione guidata da Ursula von del Leyen. Andrà a sedere nella poltrona che era del francese Pierre Moscovici. Un portafoglio di peso. Gentiloni è chiamato a collaborare strettamente con Valdis Dombrovskis, uno dei tre vice presidenti esecutivi. In mano Gentiloni avrà la revisione del Patto di stabilità che potrebbe allargare le maglie della flessibilità visto che, come ha sottolineato già Moscovici, al momento le regole penalizzano i Paesi ad alto debito.

Il presidente del Parlamento europeo in prima fila sul dossier Brexit
David Sassoli è stato eletto alla presidenza del Parlamento europeo quando al governo c’era ancora la maggioranza M5S-Lega. Sassoli è in prima linea nella partita che si gioca in queste ore con il Regno Unito per raggiungere un’intesa su Brexit. È la prima volta che Sassoli partecipa al Consiglio nel suo ruolo di presidente del Parlamento europeo.

GUARDA IL VIDEO - Ue, primo incontro tra David Sassoli e Gentiloni commissario

Gli italiani nella cabina di regia di Strasburgo
Irene Tinagli è stata eletta alla presidenza della Commissione per i Problemi economici e monetari (Econ)del parlamento europeo. Ha preso il posto di Roberto Gualtieri, nominato ministro dell’Economia nel Conte due. Tinagli non è l’unica italiana nella cabina di regia di Straburgo. C’è il vicepresidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo (M5S), il presidente e il vicepresidente della commissione Affari costituzionali (Afco) Antonio Tajani (Fi, ex presidente del parlamento europeo) e Giuliano Pisapia (Pd). Tre italiani partecipano alle riunioni della conferenza dei presidenti, che stabilisce l’organizzazione del lavoro del Parlamento Ue: oltre a Sassoli, anche il leghista Marco Zanni (presidente di Identità e democrazia-Id) e Raffaele Fitto (co-presidente dei Conservatori e riformisti europei-Ecr). Proprio le commissioni Econ e Afco sono strategiche per la battaglia per la flessibilità e la revisione delle regole del Patto di stabilità. Da un lato, la commissione Econ si occupa delle politiche economiche e monetarie dell’Ue; dall’altro la commissione Afco è competente per «gli aspetti istituzionali del processo d’integrazione europea, in particolare la preparazione, l’avvio e lo svolgimento delle procedure di revisione dei Trattati, ordinaria e semplificata».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...