ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTRIMESTRALI

Primo trimestre 2019 migliore delle attese per Deutsche bank

di Isabella Bufacchi

(REUTERS)

2' di lettura

Primo trimestre 2019 migliore delle attese per Deutsche Bank. La banca prevede di registrare un risultato prima delle imposte di circa 290 milioni di euro e un utile netto di circa 200 milioni, ben superiore ai 29 milioni previsti dagli analisti. DB indica inoltre ricavi totali pari a 6,4 miliardi di cui 3,3 miliardi nella Corporate & Investment Bank, leggermente superiori alle stime di 6,35 miliardi del consensus secondo Bloomberg. Il Cet1 ratio alla fine del trimestre dovrebbe essere pari a circa il 13,7% rispetto al 13,6% della fine del trimestre precedente.
I l primo trimestre 2019 è nettamente superiore allo stesso periodo del 2018, quando l’utile netto si fermò a quota 120 milioni.

Deutsche Bank ha anticipato oggi, con stime, i risultati ufficiali del primo trimestre che saranno diffusi domani, 26 aprile. Lo ha fatto nello stesso comunicato che annunciava la fine dei colloqui esplorativi con Commerzbank per una possibile aggregazione. I risultati migliori delle attese sono serviti a controbilanciare il fallito tentativo di fusione con Commerz: la trattativa aveva comunque tenute alte le aspettative di chi nel mercato voleva vedere nella difficile operazione DB-Coba comunque una possibile svolta in positivo nel medio-lungo termine per Deutsche bank.

Loading...

«I nostri risultati preliminari dimostrano la forza della nostra rete e i nostri continui progressi nel dare esecuzione ai nostri piani in un contesto di
mercato molto sfidante», ha affermato il ceo di Deutsche Bank, Christian Sewing, commentando i risultati preliminari della banca nel trimestre. Il ceo ha puntato moltissimo su questo primo trimeste ma il 2019 si presenta in salita, per il forte rallentamento economico della Germania previsto per quest’anno.
«Abbiamo fatto molti progressi - ha aggiunto il ceo - nei nostri indicatori chiave di business: crescita dei prestiti e dei depositi, un recupero degli asset in gestione, e miglioramenti nella quota di mercato di corporate finance. La nostra continua disciplina sui costi ci ha aiutato a compensare il calo dei ricavi, e siamo sulla buona strada per raggiungere il nostro target 2019 di 21,8 miliardi di costi».

Riproduzione riservata ©

  • Isabella Bufacchivicecaporedattore corrispondente dalla Germania

    Luogo: Francoforte, Germania

    Lingue parlate: inglese, francese, tedesco, spagnolo

    Argomenti: mercato dei capitali, ECB watcher, fixed income e debito, strumenti derivati, Germania

    Premi: Premio Ischia Internazionale di Giornalismo per l’analisi economica, Premio Q8 per giovani giornalisti economici

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti