AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùBeni di consumo

Procter & Gamble debole a Wall Street dopo trimestrale in linea con le attese

Dopo aver aumentato i prezzi del 10%, il gruppo ha registrato volumi di vendita inferiori del 6%, il maggior calo trimestrale degli ultimi anni

di Patrizio Cairoli

(Reuters)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Si muove all'insegna della debolezza a Wall Street Il titolo del colosso Procter & Gamble, segnando una delle performance peggiori sul Dow Jones. Il gruppo ha pubblicato i numeri della trimestrale nel premercato. Il colosso dei beni di consumo, nei tre mesi al 31 dicembre, ha registrato un utile adjusted di 1,59 dollari per azione, in linea con le attese, su ricavi in calo dell'1% a 20,77 miliardi di dollari, con il consensus a 20,73 miliardi.

Dopo aver aumentato i prezzi del 10%, come molti competitor del settore, per far fronte all'aumento dei costi di trasporto e delle materie prime, Procter & Gamble ha registrato volumi di vendita inferiori del 6%, il maggior calo trimestrale degli ultimi anni, con cali delle vendite in ognuno dei cinque settori aziendali, con brand come Gillette e Braun o, nel settore Fabric & Home care. Tide, Ariel e MR. Clean . Nel complesso, P&G ha registrato un utile netto di 3,93 miliardi di dollari, in calo del 7% rispetto allo stesso trimestre del 2021. Procter è il primo grande gruppo del settore dei beni di consumo ad annunciare i numeri trimestrali e alcuni analisti hanno sottolineato che le indicazioni non paiono così positive, neanche per i competitor.

Loading...


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti