i diplomi in europa

Professioni, qualifiche riconosciute con corsia preferenziale

di Dario Aquaro

(Fotogramma)

1' di lettura

Le qualifiche di medico e dentista seguono una corsia preferenziale. Così come quelle di veterinario, farmacista, architetto, ostetrica e infermiere responsabile dell’assistenza generale. Sette professioni per le quali le norme comunitarie prevedono un riconoscimento “automatico”, facilitato, tra i Paesi dello Spazio economico europeo (cioè gli Stati Ue, Islanda, Liechtenstein e Norvegia). Meno pastoie e tempi più snelli rispetto al sistema “generale” di riconoscimento, perché per queste professioni – cosiddette «settoriali» – i requisiti minimi di formazione sono stati armonizzati a livello europeo: basta avere la qualifica indicata nell’allegato V della direttiva 2005/36/Ce (titolo di formazione ed eventuale certificato), dove si elencano nel dettaglio gli insegnamenti teorici e pratici dei programmi di studio.

La direttiva, aggiornata nel 2013 e recepita anche dalla Svizzera, detta le regole sul reciproco riconoscimento delle qualifiche, per favorire la libera circolazione dei lavoratori, e si applica alle professioni regolamentate, ma non a quelle disciplinate da direttive specifiche, come avvocati o revisori dei conti.

Loading...

Se per esercitare stabilmente in un altro Stato See un’attività professionale si deve solitamente seguire l’iter del sistema generale, con una serie di verifiche in entrata, nel caso di medici e dentisti, dunque, le cose cambiano. L’autorità dello Stato ospitante non può controllare la formazione e richiedere documenti che ne specifichino il contenuto. Né può chiedere un’eventuale traduzione certificata della qualifica, perché è sufficiente verificare la corrispondenza tra la denominazione del diploma e quella riportata nell’allegato V della direttiva 2005/36.

Ricevuta la domanda di riconoscimento, con la copia del titolo e gli altri documenti necessari, l’autorità ne dà conferma entro un mese e deve decidere entro tre mesi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti