Famiglie, giovani, professionisti, imprese: chi vince e chi perde con la manovra 2020

7/8Politica Economica

Professionisti


default onloading pic
(Glasshouse Images / AGF)

CHI VINCE

Chi installa e utilizza il Pos
Arriva un credito d'imposta del 30% sulle commissioni addebitate per le transazioni effettuate da luglio 2020 con carte di credito, debito o prepagate. Il tax credit si applicherà (anche) ai professionisti a patto che i compensi dell'anno precedente non superino i 400mila euro.

Chi applica il regime forfettario
Il regime con flat tax al 15% resta forfettario. Non ci sarà un ritorno al calcolo analitico del reddito (ricavi meno costi documentati e inerenti all'attività), ma resta il “forfettario” con il regime agevolato: flat tax al 15% fino a 65mila euro di compensi.

CHI PERDE

Chi ha collaboratori o dipendenti
Nel regime forfettario tornano i limiti sui compensi erogati a collaboratori o dipendenti (il tetto massimo sarà 20mila euro) e il divieto di cumulo con la flat tax al 15% per chi ha redditi da lavoro subordinato o da pensione oltre 30mila euro.

Chi ha compensi tra 65 e 100mila euro
Non entrerà in vigore il regime agevolato con aliquota unica al 20% per chi consegue compensi oltre 65mila euro e fino 100mila euro. Il Ddl di Bilancio cancella la misura, per la quale peraltro non era stata neanche chiesta l'autorizzazione Ue.

Chi non accetta pagamenti con le card
Da luglio 2020 arriva la sanzione di 30 euro a cui si aggiunge quella del 4% del valore della transazione per chi non accetta dai clienti pagamenti effettuati con carte di credito o debito.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...