lusso

Arte e profumi, secondo atto delle Storie Veneziane di Valmont

Un tributo alla città della Laguna molto amata da Sophie Guillon, ceo di Valmont Cosmetics, e suo marito. Così nasce il Secondo Atto della collezione olfattiva del marchio

di Monica Melotti

Sophie Guillon

3' di lettura

«È un tributo a Venezia, una città che mio marito ed io amiamo moltissimo e per questo le abbiamo voluto dedicare le nostre collezioni olfattive», cosi Sophie Guillon, ceo di Valmont Cosmetics, racconta il Secondo Atto di Storie Veneziane suddivise in due collezioni distinte: Palazzo Nobile e Collezione Privata, che sono in vendita in Italia da metà febbraio.

Didier Guillon

Insieme al marito, Didier Guillon, presidente, proprietario e direttore artistico del Gruppo Valmont, tra i leader nella cosmetica, ha dato vita a questo tributo a Venezia, un omaggio all'arte sfavillante della Serenissima, acquistando lo scorso anno Palazzo Bonvicini, un gioiello rinascimentale che i Guillon preferiscono chiamare “Palazzo Nobile”, un palcoscenico unico per ospitare opere d'arte e profumi gioiello.

Loading...

«La maschera è il simbolo della città e i flaconi traslucidi in vetro di Murano richiamano le maschere colorate incastonate nella bottiglia, quasi come fossero gemme preziose. Il secondo atto di Storie Veneziane (il primo è iniziato nel 2018 con racconti olfattivi che si ispiravano ai quartieri della città, ndr) propone due collezioni singolari. Palazzo Nobile è formata da raffinate eau de toilette, dedicate sia agli uomini che alle donne, amanti dell'edonismo discreto: Sea Bliss rappresenta il desiderio di esplorare, Secret Bamboo interpreta la magia del bamboo, Satin Musk è un omaggio al muschio, Bright Poppy un tributo ai papaveri mentre Blooming Ballet è il simbolo della femminilità.

La fragranza di spicco, voluta da Didier, è Casanova 2161, ispirata al grande seduttore, ma in chiave moderna, il jus è un'armonia di aromi legnosi, accentuata dalle bacche di Ginepro, dal nobile Iris e dal caldo Vetiver».

Storie Veneziane Atto Primo, i flaconi traslucidi in vetro di Murano richiamano le maschere colorate, simbolo della città, incastonate nella bottiglia quasi come fossero gemme preziose.

La Collezione Privata
Una collezione che presenta tre eau de parfum, create a immagine di Sophie Guillon, che con la sua lunga esperienza nel mondo delle fragranze e del beauty, ha incontrato migliaia di donne e a loro ha voluto dedicare “Collezione Privata”. «La prima fragranza Jazzy Twist è dedicata a una donna libera, sfuggente e impertinente che anche Casanova non sarebbe riuscito a possedere. Il jus si apre con note di pepe nero del Madagascar per lasciare il posto a un'impetuosa magnolia che sfuma su effluvi di cioccolato misti a essenza di patchouli.

«Lady Code, invece, è il mio preferito, è un tributo a una donna sofisticata, ricercata, perfetta, un'eterea Audrey Hepburn che possiamo incontrare a Parigi, New York, Milano, in qualunque grande città. È una composizione senza tempo dove le note del Pepe Rosa vengono addolcite dal gelsomino d'Arabia e dal fiore d'arancio, su una scita con sentori gourmand di mandorla pralinata. Infine, Private Mind, un profumo dedicato a una donna cerebrale, indipendente, un po' misteriosa che nasconde un suo “giardino segreto”. Il jus ha le note calde dello zafferano che si sposano a quelle della rosa damascena, il fiore femminile per eccellenza che lascia spazio alle note feline di cuoio».

Interni di Palazzo Bonvicini a Venezia, ribattezzato Palazzo Nobile dai Guillon, sede della Fondazione Valmont

Un palazzo dei profumi a Venezia dove l'arte incontra la bellezza
Al centro dell'universo Valmont troviamo l'incontro fra l'arte e la bellezza. A fianco dei marchi di cosmesi e profumi, Didier Guillon ha creato la Fondation Valmont una fondazione di arte contemporanea dedicata alla valorizzazione ed espressione artistica in tutte le sue forme. L'arte è un fil rouge costante all'interno della famiglia Guillon. Degno successore di una lunga serie di collezionisti d'arte, esteti e mecenati, Didier ha l'arte nel suo DNA.

Tutto inizia con Charles Sedelmeyer, padre della sua bisnonna, un noto commerciante d'arte sulla scena parigina e poi con Stanislas Lami, bisnonno di Didier e scultore. Immerso in questo mondo in cui regnano rarità e bellezza, Didier Guillon ha sviluppato molto rapidamente un gusto raffinato per l'arte che trova la sua massima espressione nella Fondation Valmont.

Palazzo Bonvicini, magnifico palazzo veneziano con soffitti affrescati e pavimenti in stile terrazzo, inaugurato nel 2019 e ribattezzato Palazzo Nobile, rappresenta la Maison de Parfum di Storie Veneziane e la sede della Fondation Valmont. Ogni anno Palazzo Bonvicini accoglie a Venezia mostre ed eventi artistici per estendere il più possibile l'esperienza della creatività e della bellezza.

«I marchi non possono più essere centrati su se stessi - concludono Sophie e Didier Guillon - devono costruire ponti verso altri universi, integrare nuove tendenze e aprire nuovi orizzonti».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti