Aggregazioni

Project (denim) entra nella squadra dei terzisti di Holding Moda

L’azienda vicentina ha scelto la strategia messa a punto dal fondo Hind nel 2018: unire i produttori d'eccellenza per avere più forza negoziale nei confronti dei big del lusso

di Silvia Pieraccini

2' di lettura

Quando nel 2018 il fondo d'investimento Holding Industriale (Hind ) lanciò il progetto di aggregare produttori d'eccellenza della moda made in Italy per servire più e meglio i grandi marchi, e per avere più forza negoziale nei loro confronti, venne accolto dallo scetticismo del settore.
Oggi, a distanza di tre anni, quel p olo di terzisti battezzato Holding Moda e affidato alla guida di Giulio Guasco conta sei aziende, prevede di fatturare 100 milioni a fine 2021 (con 300 addetti) e ha fatto da modello ad altre operazioni simili come quelle di Florence di Francesco Trapani e del Gruppo Manifatture Italiane (Gmi).

Project nel polo dei terzisti del lusso

L'ultima acquisizione di Hind, avvenuta pochi giorni fa, è la vicentina Project srl, specializzata nella produzione di abbigliamento in denim e sportswear per marchi di lusso. Fondata nel 1999 da Matteo Lavezzo (che continuerà a occuparsi della gestione), esperto di denim, Project prevede ricavi superiori a 5 milioni nel 2021 con 39 dipendenti e una produzione di 64mila capi, in crescita nonostante la pandemia. L'azienda ha creato la piattaforma “The ghost makers” per la certificazione e tracciabilità della filiera tramite blockchain, che ora sarà adottata da tutta la catena di fornitura di Holding Moda.

Loading...

Matteo Lavezzo

Le dinamiche della ripresa

Il polo di terzisti oggi comprende, accanto a Project, le aziende toscane UnoMaglia (abbigliamento in jersey), Alex&Co (abbigliamento in pelle), Albachiara (abbigliamento da donna “leggero” come abiti, camicie, gonne) e Gab (pelletteria), oltre alla veneta Rbs (outerwear). La decisione del fondatore di Project di entrare in un gruppo più grande si spiega con le dinamiche di mercato in evoluzione: «La ripresa in atto – ha spiegato Matteo Lavezzo - ha delineato chiaramente che la piccola-media impresa non può affrontare da sola un mercato globale così complesso e gestire allo stesso tempo le nuove esigenze della clientela».

Per Claudio Rovere, fondatore e presidente di Hind, l'ingresso di Project in Holding Moda «rappresenta un ulteriore passo avanti nella strategia di diversificazione, ampliamento e aggregazione di eccellenze nei diversi settori della filiera della moda italiana». Oltre alle competenze nel denim, Project porta una visione aziendale orientata all'attenzione alle persone, all'ambiente e alla moda etica e sostenibile.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti