NEI CIELI NEL 2021

Pronta al debutto nel 2021 con due vettori la compagnia privata aerea Ego

I voli operati con due Embraer 190 di proprietà, ciascuno di 100 posti divisi in tre classi di viaggio, “Private” con più spazio personale, “Lounge” e “Just go”, la più essenziale, partiranno dagli aeroporti di Forlì e Firenze a cui si aggiungerà l’hub di Malpensa

di Sara Magro

Ita spa, la nuova Alitalia punta al decollo per aprile

I voli operati con due Embraer 190 di proprietà, ciascuno di 100 posti divisi in tre classi di viaggio, “Private” con più spazio personale, “Lounge” e “Just go”, la più essenziale, partiranno dagli aeroporti di Forlì e Firenze a cui si aggiungerà l’hub di Malpensa


2' di lettura

Il 10 dicembre ha debuttato con una presentazione da Milano Ego Airways, una nuova compagnia aerea italiana nata da una cordata di imprenditori, di cui il principale investitore è O.C.P., il gruppo Officine cooperatori piacentini, fondato nel 1980 per sviluppare il trasporto via terra e la logistica aerea, e oggi impegnato nella farmaceutica e nel settore energetico e dell'intelligenza artificiale. Si tratta di un investimento straordinario che si avvale di profili con esperienza nell'aeronautica civile. Ceo, nonché ideatore e fondatore, è Matteo Bonecchi che ha lavorato per Alitalia, Airbus, Air Europe, mentre il Coo è Edoardo Antonini, ex pilota di Boeing per Alitalia e Air Europe.

Inizialmente, la startup si basa su due aeroporti di partenza – il Ridolfi di Forlì, inaugurato lo scorso 29 ottobre, e l'Amerigo Vespucci di Firenze – che garantiranno collegamenti capillari per business e leisure. Successivamente, saranno introdotte nuove rotte, anche con partenze da Milano Malpensa per ampliare i collegamenti tra gli aeroporti italiani minori e le destinazioni delle compagnie internazionali che atterrano nell'hub milanese. Sempre in nome della capillarità, sono previste alcune partnership con le compagnie di bus, per raggiungere gli aeroporti di partenza dalle città vicine, e viceversa.

Loading...
Primo volo Alitalia Covid-tested da New York a Roma

I voli saranno effettuati con due aerei Embraer 190 di proprietà, ciascuno di 100 posti divisi in tre classi di viaggio: “Private” con più spazio personale (12 posti), “Lounge” (32) e “Just go”, la più essenziale (56). Un'idea questa per ridare a ogni viaggiatore la possibilità di volare secondo le sue esigenze. Il servizio, dal cibo al transfer a terra, è incentrato sul concetto di ospitalità italiana che su comodità e personalizzazione. Come lascia intendere la scelta del nome, focus di Ego Airways sono il passeggero e il suo confort. Una notizia promettente dopo anni di compagnie, low cost e non, che hanno progressivamente sottratto servizi per competere sul ribasso delle tariffe, e in un momento come quello della pandemia in cui, durante il volo, è ormai difficile farsi offrire persino un bicchiere d'acqua.

Dalla presentazione, si evince invece che la compagnia punta sull'esperienza di volo on demand, con la possibilità di scegliere e acquistare i servizi, sul sito o su App, come in un menù à la carte: dal biglietto al posto, dal peso del bagaglio a piatti a base di prodotti freschi, alla prenotazione di un'auto privata da/per l'aeroporto o di un b&b a destinazione. Ma per questi piacevoli diversivi, come per la data del primo volo, dovremo attendere tempi migliori e Dcpm più ottimisti. Nei piani del progetto c'è già l'ampliamento della flotta e delle destinazioni turistiche europee, come Londra e Mykonos, e in futuro anche internazionali.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti