Le amministrative milanesi

Pronta la giunta Sala a Milano, con più tecnici e giovani. Ecco chi sono

I 12 assessori scelti anche in base ai risultati elettorali, con il Pd in maggioranza. Lo spezzatino dell’Urbanistica: un pezzo va sotto la Rigenerazione Urbana, un pezzo sotto i Quartieri

di Sara Monaci

Milano, Sala: "Conto moltissimo su Pnrr, martedì a Roma inizierò giro ministeri"

2' di lettura

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha presentato la sua nuova giunta a Palazzo Marino. Ne faranno parte 12 assessori, di cui la metà donne, seguendo la logica che al partito di maggioranza, il Pd, spettano 6 persone, una ai riformisti e una ai verdi; a loro si aggiungono 2 tecnici e 2 civici. Un equilibrio dettato anche dal risultato elettorale che ha premiato i democratici con quasi il 34% dei voti e portato la lista Sala (i cosiddetti civici) al 9% circa.

I tecnici sono due: Tommaso Sacchi, assessore alla Cultura, in arrivo dal Comune di Firenze, e Giancarlo Tancredi, dirigente del Comune di Milano, assessore alla Rigenerazione Urbana. Tancredi era già un tecnico che lavorava con l’Urbanistica nella passata giunta.

Loading...

I dem sono Anna Scavuzzo, vicesindaca e assessora all’Istruzione e ai rapporti con il Consiglio comunale, che alle elezioni è risultata la donna che ha avuto più preferenze; Pierfrancesco Maran, assessore alla Casa e allo sviluppo del piano quartieri, recordman di voti alle elezioni e già assessore all’Urbanistica nella passata giunta; Lamberto Bertolè al Welfare e salute; Marco Granelli alla Sicurezza; Arianna Censi alla Mobilità e Gaia Romani, 25 anni, assessora ai Servizi civici.

I civici sono due: Emmanuel Conte, assessore al Bilancio, e Martina Riva, assessora allo Sport, turismo e politiche giovanili. Per i riformisti Alessia Cappello sarà assessora al Lavoro e allo sviluppo economico e Elena Grandi, infine, sarà assessora al Verde e all’ambiente.

L’assessorato all’Urbanistica, come lo abbiamo conosciuto finora, non c’è più: di fatto in gran parte le competenze passano sotto la Rigenerazione urbana, in mano al tecnico Tancredi; un altro spicchio, i quartieri, rimangono a Maran, l’assessore precedente. Questo vuol dire che Sala sarà comunque la cerniera tra i due ambiti.

Non è presente in giunta Gabriele Rabaiotti, ex assessore alla Casa. Pur essendo un uomo di fiducia del sindaco, è arrivato terzo nella lista Sala, pertanto Conte e Riva sono passati avanti come assessori. È una giunta con molti giovani, in alcuni casi alla prima esperienza politica importante (come Conte e Riva appunto).


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti