ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEnergia

Prosegue corsa titoli oil con greggio in rialzo, svetta Tenaris

Bene anche Eni dopo la scoperta di gas a Cipro

di Chiara Di Cristofaro

Reuters

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Titoli oil ancora sotto i riflettori di Piazza Affari e dell'azionario europeo, in una seduta di fermento e di movimenti volatili per tutto il comparto energetico. L'eurostoxx degli energetici e quello delle materie prime sono i migliori in Europa. mentre il petrolio è in deciso aumento e il gas in saliscendi. A Piazza Affari svetta Tenaris, corre Saipem, bene anche Eni

I prezzi del petrolio oggi sono in risalita, grazie soprattutto alle inattese dichiarazioni di ieri del ministro dell’energia saudita secondo il quale l’Opec potrebbe tagliare la produzione in quanto la mancanza di liquidità sta distorcendo il mercato finanziario (future) rispetto a quello fisico, non rispecchiandone più i fondamentali. «Tale dichiarazione - dicono gli analisti di Mps Capital Services - sembrerebbe orientata a evitare un’accelerazione al ribasso del prezzo del petrolio, sotto i 90 dollari al barile».

Loading...

Inoltre, il sentiment positivo su Eni deriva anche dall'annuncio di lunedì 22 agosto di una scoperta di gas tramite il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, al largo di Cipro. Il blocco è operato da Eni con una quota del 50% mentre TotalEnergies è partner con il restante 50%. Le stime preliminari, ha detto la società, indicano circa 2,5 trilioni di piedi cubi di gas in posto, con un significativo potenziale aggiuntivo che verrà valutato con un ulteriore pozzo esplorativo. Sono già in corso studi di ingegneria per uno sviluppo accelerato della scoperta. Il pozzo Cronos-1 è il quarto pozzo esplorativo perforato da Eni Cyprus e il secondo nel Blocco 6, dopo la scoperta a gas di Calypso-1 nel 2018. «La notizia ha risvolti positivi per il titolo - dice Equita - calcoliamo risorse recuperabili per circa 2 trilioni di piedi cubi di gas (Tcf). Fino al 2020, in un ambiente di prezzi del gas 'normale' avremmo considerato la dimensione ancora insufficiente per uno sviluppo Lng e una valutazione incerta». Nelle condizioni attuali di prezzi del gas in Europa, proseguono gli analisti e «con le tecnologie di sviluppo modulari fast-track a disposizione di Eni, il valore potenziale del progetto ha uno spettro molto ampio. Il de-risking del progetto passa anche dalla sigla di contratti di fornitura a lungo termine per i volumi in produzione dal giacimento». Equita ha un giudizio buy su Eni con target price a 19 euro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti