salvini: no a ogni violenza

Proteste anti nomadi a Roma, il Campidoglio: saranno ricollocati


default onloading pic
Roma (Fotogramma)

2' di lettura

È scattata nel pomeriggio di ieri a Roma la protesta degli abitanti del quartiere Torre Maura, alla periferia est della Capitale, contro l’arrivo di alcune famiglie rom in una struttura di accoglienza di via dei Codirossoni. Cassonetti rovesciati e dati alle fiamme e vere proprie barricate in strada, con i cittadini che hanno bloccato la consegna dei pasti all’interno del centro di accoglienza, calpestando i panini destinati ai nomadi. Per questo il Campidoglio ha deciso che i circa 70 rom presenti nella struttura saranno «ricollocati presso altri centri d’accoglienza per persone fragili su tutto il territorio romano», con «operazioni che saranno curate dalla Sala operativa sociale a partire da stamattina e si concluderanno in sette giorni».

«No a ogni forma di violenza, no allo scaricare sulle periferie ogni genere di problemi» ha dichiarato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, commentando quanto accaduto a Roma. «Ribadisco il mio obiettivo per cui sto lavorando da mesi: zero campi rom entro la fine del mio mandato da ministro. Chi si integra è benvenuto, chi preferisce rubare verrà mandato altrove».

Raggi: su migranti e campi nomadi avanti con “terza via”
«Su migranti e campi rom sto portando avanti quella che abbiamo chiamato la 'terza via - ha detto la sindaca Virgina Raggi - ovvero inflessibili con i delinquenti, accoglienti con le persone fragili. I bambini e le persone fragili devono essere aiutati. I delinquenti devono andare in carcere e ci devono restare. Non si può fare di tutta l'erba un fascio».

La Lega «solidale con i cittadini che manifestano»
Ad intervenire sulla vicenda . “Quello che sta accadendo in queste ore
nel quartiere Torre Maura a Roma ha dell'incredibile, come al solito la sindaca Raggi scarica sulle periferie i mali di questa città», ha dichiarato il consigliere regionale della Lega, Daniele Giannini, chiedendo «l’immediato intervento del prefetto» per spostare i nomadi «altrove e non nel VI municipio che già conta numerosi accampamenti abusivi e il più grande campo attrezzato del centro Italia, Salone, dove la delinquenza è all'ordine del giorno». Giannini ha poi sottolineato che «La Lega è solidale con i cittadini che stanno manifestando in questi momenti».

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...