il voto di domenica

Provincia di Roma in controtendenza, Pd vince in tutti i ballottaggi

di Andrea Marini

default onloading pic
(ANSA)


2' di lettura

Di fronte alla perdita di città rosse come Pisa, Siena, Massa e Terni può sembrare una magra consolazione. Tuttavia, la vittoria del Pd ai ballottaggi, dove era presente, nelle città al voto in provincia di Roma contribuisce a rendere la sconfitta meno amara. Un valore tanto più maggiore se si considera che la provincia di Roma era stata negli ultimi 5 anni un feudo del M5S, che aveva piano piano conquistato, oltre alla Capitale, città popolose della cintura romana (Anguillara, Ardea, Civitavecchia, Genzano, Guidonia, Marino e Pomezia). Un buon risultato del Pd che rilancia anche la figura del governatore del Lazio Nicola Zingaretti sulla scena nazionale.

I dem si riprendono due municipi
Dopo aver conquistato al primo turno, il 10 giugno, l’VIII municipio di Roma con Amedeo Ciaccheri (uomo di chiara impronta di sinistra che aveva riunito Pd e LeU), ieri il Pd si è ripreso anche il III municipio, con l'ex assessore della giunta di Ignazio Marino, Giovanni Caudo. Caudo era ben visto anche da Zingaretti, e non è un caso che anche Caudo abbia vinto con una alleanza Pd-LeU, la stessa formula che sostiene il governatore in Regione. Una vittoria tanto più significativa, perché Caudo aveva di fronte il centrodestra a trazione leghista (il candidato Francesco Bova era in quota Carroccio) che ha vinto molte città lungo la Penisola.

Pd recupera in provincia
Tra i comuni con più di 15mila abitanti, il Pd è andato al ballottaggio in tre realtà nella provincia di Roma, Fiumicino, Santa Marinella e Velletri. Al primo turno, invece, è stato sconfitto ad Anzio, dove è stato eletto sindaco il candidato di centrodestra Candido De Angelis (55,3%). Mentre a Pomezia ha vinto al secondo turno il candidato M5S contro quello di centrodestra. Il Pd ha vinto a Fiumicino, Santa Marinella e Velletri al secondo turno contro candidati del centrodestra riproponendo l’alleanza di centrosinistra classica (Pd più la sinistra).

Zingaretti rilancia: alleanza che parte dal Lazio
Dopo i risultati, Zingaretti ha rilanciato: «I sindaci della nuova Alleanza, del Pd, di sinistra, espressione di esperienze autonome e civiche ci sono e si incontrano, in tanti domai, in assemblea, per continuare a cambiare e vincere. Si parte dal Lazio, ma poi in tutta Italia». Con il M5S che ha frenato l’avanzata in provincia di Roma e la sconfitta dei grillini nei due municipi della Capitale, ora l’obiettivo per i dem è preparare la riconquista di Roma nel 2021.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...