AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùCavi

Prysmian corre in Borsa, cavalca conti e obiettivi di autonomia energetica Ue

Gli analisti promuovono anche la guidance

di Cheo Condina

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 02 mar - Il quarto trimestre oltre le attese, la guidance 2022 e il bisogno dell'Europa di essere sempre più indipendente dal punto di vista energetico. E' il mix di questi tre fattori a spingere al rialzo oggi in Borsa Prysmian ma in generale molte società legate all'elettrificazione, come Schneider Electric a Parigi in evidenza. e alle rinnovabili come Alerion ed Erg che a Milano guadagnano oltre l'1%.

Secondo Equita il quarto trimestre di Prysmian è stato leggermente sopra le attese (3% meglio a livello di adjusted Ebitda) e la guidance 2022 è «solida soprattutto in termini di free cash flow». Anche il dividendo alla fine è stato di 0,55 euro per azione, contro gli 0,5 euro previsti. La crescita organica del fatturato - osserva il broker - è guidata dal forte trend nei Projects (+35% anno su anno contro il +30% atteso), un trend solido nell'Energy così come i volumi nel Telecom (+10,5% contro +5,6% previsto).

Loading...

A livello di Ebitda - si osserva - molto sopra le attese il business Energy&Infrastructure (+71% nel quarto trimestre anno su anno a 87 milioni contro i 66 milioni attesi) con forte crescita organica e tenuta dei margini, e leggermente migliore il business Projects (+54% nel quarto trimestre a 86 milioni contro gli 83 milioni previsti) «grazie ad una eccellente execution con un backlog su livelli record».

La guidance 2022 vede un Ebitda adjusted tra 1,01 e 1,08 miliardi contro una stima di Equita di 1,057 miliardi e un free cash flow di 400 milioni (contro 375 milioni previsti dal broker). Secondo Equita il titolo gira tra 14,5 e 17 volte il P/E atteso nel 2022/2023, a sconto del 9-13% rispetto alla media dei principali competitor. Per questo il rating è hold con target price a 35 euro.

Positiva anche Banca Imi che ha giudizio add e prezzo obiettivo a 38,2 euro e ritiene che la guidance 2022, nonostante la situazione complessa a livello di prezzi delle materie prime, potrà essere centrata quanto meno al livello medio della forchetta indicata da Prysmian. Akros ha rating accumulate e target price 37 euro e ribadisce l'orientamento positivo sul titolo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti