Videogiochi

Ps5 e la “all-digital” di Xbox, le console sentono l’arrivo di Google Stadia

di Luca Tremolada


Considerazioni su Apple, Google Stadia e i mondi chiusi delle piattaforme digitali

2' di lettura

Prima Playstation che ha voluto rivelare qualche dettaglio tecnico della nuova console, accelerando così la distribuzione dei kit di sviluppo agli editori di videogiochi. Poi la rivale Microsoft che ieri nel corso della diretta Inside Xbox, ha presentato la Xbox One S All-Digital, una nuova console più economica e priva di lettore disco. I due “grandi vecchi” del mercato console, insomma, sembrano avere recepito il messaggio di Google Stadia . La piattaforma di cloud gaming di Google che arriverà entro la fine di quest’anno promette di portare il videogioco su ogni schermo senza richiedere una hardware dedicato (smarphone, pc o tablet). Per quanto ambizioso il progetto di Google che si concretizzerà entro la fine dell’anno deve avere messo fretta ai produttori di macchine da gioco che almeno sul piano della comunicazione sono tornati a parlare di futuro e di prodotti.

Come è l'Xbox One S All-digital

Cosa sappiamo della Xbox One S All-Digital. Arriverà il prossimo 7 maggio. includendo al suo interno tre tra i giochi più popolari, Minecraft, Forza Horizon 3 e Sea of Thieves. La nuova console sarà venduta a 229 euro, un prezzo un po’ altino rispetto a quello che troviamo sul mercato. Costa 50 dollari circa meno della Xbox One S ma il senso di questo console sarà più chiaro quando verrà messa a terra l’offerta streaming di Microsoft. Il suo ruolo potrebbe infatti diventare quello di una “macchina” low cost per accogliere i nuovi servizi online. Su questa scia va inquadrato l’annuncio di ieri di un abbonamento unico per accedere a giochi e servizi digitali. Si chiamerà Xbox Game Pass Ultimate, e combinerà Xbox Game Pass e Xbox Live Gold. Arriverà sul mercato quest'anno ad un prezzo di 12,99 euro al mese,

Playstation 5 arriverà nel 2020? Dopo le dichiarazioni a Wired di Mark Cerny, l’uomo dietro all’architettura di Ps5, sappiamo che la prossima console Sony sarà equipaggiata con un processore Zen 2, una Gpu Navi personalizzata e supporterà il ray tracing, una tecnica che di rendering che simulando il comportamento fisico della luce promette una grafica ancora più fotorealistica. La console raggiungerà una risoluzione da 8K, ovvero il doppio dell'attuale 4K o Ultra Hd. Non la vederemo quest’anno (attualmente non ci sono televisori 8k sul mercato), ha confermato Cerny, ma ci aspettiamo che atterrerà sul mercato nel 2020. L’annuncio nasce anche per sensibilizzare le software house a mettere le mani subito sui kit di sviluppo della nuova console. Ufficialmente ora gli sviluppatori sanno che potranno “giocare” con un processore Ryzen di terza generazione a otto core e un chip per l'audio tridimensionale che promette di alzare l’asticella sul fronte del suono videoludico. L’altra novità, attesa, è l’uso di una memoria SSD che ridurrà drasticamente i tempi di attesa. (nella simulazione mostrata di è passati da 15 a 0,8 secondi). Non è stato detto nulla sul fronte dello streaming, ma solo che sarà retro compatibile (e quindi potrà disporre dei giochi per Ps4) e che supporterà Playstation Vr, il dispositivo di Sony per la realtà virtuale.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...