ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMedia

Publicis in luce a Parigi: alza ancora target 2022 dopo trimestre oltre le attese

Il management migliora ulteriormente le proiezioni sui conti dell'esercizio

di Giuliana Licini

(Robert Harding Picture Library /)

3' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Publicis guadagna terreno alla Borsa di Parigi, dopo avere nuovamente alzato gli obiettivi finanziari per il 2022, incoraggiata dalla crescita sempre sostenuta, e migliore delle attese, delle sue attività nel terzo trimestre. Il titolo del gruppo pubblicitario francese, tra i big mondiali del settore, è arrivato anche a quota 58 euro mostrando una performance ben più vivace del CAC 40.

In Borsa +30% circa in tre mesi

Il nuovo rialzo della quotazione va ad aggiungersi al +3,5% segnato nella seduta precedente, sulla spinta dell’upgrade sul titolo da parte di Deutsche Bank e del superamento della soglia del 5% del capitale da parte della società di investimento statunitense Tcg. In tre mesi il valore di Borsa di Publicis è risalito del 29% circa e da inizio anno la flessione si è ridotta a -3%.

Loading...

I ricavi 2022 cresceranno dell'8,5%

Sul fronte della guidance per l’esercizio in corso, Publicis prevede ora una crescita organica dei ricavi netti dell’8,5%, un margine operativo attorno al 18% e un flusso di cassa disponibile vicino a 1,6 miliardi di euro, ante variazioni del capitale circolante. Il gruppo aveva già alzato i target per il 2022 lo scorso luglio, in occasione dei conti semestrali. Allora il management aveva indicato di aspettarsi una crescita dei ricavi tra il 6% e il 7%, un margine operativo compreso tra 17,5% e 18% e un flusso di cassa disponibile di almeno 1,5 miliardi. Nel terzo trimestre, intanto, il fatturato ha raggiunto 3,2 miliardi di euro, in crescita del 23,5% sull'anno e del 10,3% a perimetro costante ed escludendo gli effetti valutari. Si tratta “del terzo trimestre consecutivo di crescita a doppia cifra” e la crescita è del 16% rispetto ai livelli pre-pandemia del 2019, sottolinea la società in un comunicato. “Non abbiamo visto alcun impatto materiale della crisi sui nostri risultati in questa fase dell'anno” ha detto il presidente del gruppo Arthur Sadoun, durante una videoconferenza con i giornalisti. Secondo il numero uno del gruppo, Publicis continua a trarre vantaggio dalle sue acquisizioni tecnologiche che le permettono di “catturare un’ampia parte degli investimenti dei suoi clienti” nella trasformazione digitale e quindi di “superare le incognite dell’economia mondiale”. Le filiali Publics Sapient (trasformazione digitale) ed Epsilon (dati pubblicitari) hanno registrato entrate in aumento rispettivamente del 18,1% e del 13,9% nel trimestre. I ricavi del gruppo sono in crescita sia in Europa (+12% a 694 milioni) e in Asia Pacifico (+13,9% a 303 milioni) e soprattutto in Nord America (+29,6% a 2 miliardi).

Nei primi nove mesi 9,1 miliardi di fatturato

Nei nove mesi il fatturato ha totalizzato 9,1 miliardi, con un incremento del 20,6% (+10,3% organico). Il gruppo ha anche annunciato che per sostenere i dipendenti a fare fronte all'inflazione, concederà a tutti coloro che non hanno una retribuzione variabile un "bonus eccezionale di una settimana di stipendio". La misura interesserà la metà dei dipendenti globali, cioè 45.000 e il 60% dei team francesi, ha affermato Sadoun, e rappresenterà un costo per l'azienda di circa 50 milioni di euro. Positive le reazioni degli analisti ai risultati. Oddo nota che la crescita organica del trimestre è stata del 10,3%, mentre Oddo puntava a +6,2% e il consensus a +5,1%. "La fine dell'anno dovrebbe restare dinamica e Sapient/Epsilon restano i motori del gruppo", precisano gli analisti, sottolineando "la resilienza del modello di Publicis". Oddo conferma la sua opinione "neutrale" e il target price di 70 euro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti